BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Consulenti del lavoro,Geologi,Agronomi,Agrotecnici: corsi formazione obbligatoria 2014.Crediti,date

Al via dal primo gennaio 2014 l’obbligo di corsi di formazione continui per i liberi professionisti: cosa prevede la formazione per agronomi, agrotecnici e geologi



Al via dal primo gennaio 2014 l’obbligo di corsi di formazione continui per i liberi professionisti. Commercialisti, Notai, Avvocati, Giornalisti, Chimici, Geologi, Archietetti, Agronomi, Consulenti del Lavoro, Assistenti sociali, Geometri: la formazione continua sarà obbligatoria per tutti gli iscritti a un Albo professionale.

Diverse le categorie professionali coinvolte nel processo di riforma della formazione, in vigore dal primo gennaio 2014: se si esclude il settore sanitario, già in regime di aggiornamento obbligatorio, si calcolano circa un milione di professionisti coinvolti in questa nuova riforma. Tra questi rientrano agronomi, agrotecnici e geologi. In particolare, agli agronomi sono richiesti nove crediti in tre anni, con un minimo di due da conseguire per ogni anno: il cosiddetto meccanismo elastico che consente di rimandare a fine triennio possibili appunti di tipo disciplinare. Per maturare un credito formativo, servono otto ore di formazione.

Entro il prossimo 15 maggio, tutti gli enti interessati, inclusi ordini e associazioni del settore, devono presentare al Consiglio nazionale il programma formativo sulle attività organizzate. Tutte le attività verranno svolte in maniera pubblica per i 20.923 iscritti: l’elenco verrà pubblicato nel sito del Consiglio nazionale.

Rimane la possibilità di riconoscimento per le attività svolte nel 2013. Tutto in sospeso ancora per gli agrotecnici, ancora in ballo con il contenzioso in riferimento proprio al Dpr 137. Al momento, il ricorso si trova in Consiglio di Stato, dopo la bocciatura del Tar sulle ragioni difese dal Collegio nazionale degli agrotecnici.

Tra le accuse, la violazione supposta di potere nei confronti degli Ordini, che, come abbiamo visto nel caso degli agronomi, devono essere certificati dal ministero della Giustizia. Ed ora i 14.263 iscritti attendono una bozza entro fine mese, da sottoporre poi al ministero della Giustizia.  E ci sono poi i geologi, in realtà da sempre sottoposti alla formazione continua, che, però, da quest’anno diventa un obbligo. In tutto 14.841 gli iscritti dallo scorso primo gennaio a questo Albo.

I geologi dovranno conseguire 50 crediti, e saranno riconosciute anche attività di insegnamento, relazione e pubblicazione di testi o saggi scientifici. In generale, un’ora di formazione dovrebbe valere un credito e saranno gratis le procedure di accreditamento di università o enti che propongono opportunità formative gratuite, mentre la commissione che dovrà valutare le richieste di riconoscimento in qualità di enti formativi, chiede dai 1200 ai 1600 euro per le strutture diverse da università o strutture legate all’ordinamento professionale, cioè Consiglio nazionale o ordini regionali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il