BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dipendenti pubblici statali e comunali: salario accessorio 2014 diminuito in stipendio o restituito

Emergenza salario per i lavoratori dei Comuni italiani. I sindacati minaccia: senza risposte sarà mobilitazione. La situazione



E' allarme salari per gli statali: a lanciare l’allarme, i sindacati di categoria Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, che denunciano lo stato di confusione dopo le sentenze da parte dei dipendenti pubblici sul salario accessorio. Rossana Dettori, Gianni Faverin e Giovanni Torluccio sostengono: “Crediamo che il governo debba intervenire e in fretta per evitare che le gravi difficoltà di bilancio degli enti vengano scaricate sui dipendenti” mettendo in risalto come, da un monitoraggio delle vertenze aperte sul salario accessorio, sia emerso come “in seguito alle ispezioni del Ministero dell’Economia, alcune amministrazioni, o perché sollecitate o per tutelarsi, hanno addirittura pensato di decurtare parte del salario accessorio o rivisto unilateralmente alcuni istituti contrattuali, penalizzando così i già magri salari di lavoratrici e lavoratori pesantemente colpiti da blocco pluriennale della contrattazione”.

In alcune località, inoltre, si è arrivati alla richiesta di risarcimento delle somme già erogate per i lavoratori. I sindacati minacciano che se “il governo non farà qualcosa di concreto e in fretta, in assenza di una soluzione tempestiva, le tante vertenze locali aperte troveranno una dimensione nazionale e sarà mobilitazione in difesa del salario e dei servizi offerti dai Comuni”.

“Dal Veneto alla Campania la situazione precipita, mentre il Governo sta a guardare. Già a fine gennaio abbiamo chiesto ai Ministri D'Alia e Delrio di convocarci per affrontare la situazione. E' evidente, concludono Dettori, Faverin e Torluccio, che in assenza di una soluzione tempestiva, le tante vertenze locali aperte troveranno una dimensione nazionale e verranno ricondotte a una mobilitazione in difesa del salario e dei servizi offerti dai Comuni, oggi a rischio a causa di un'intollerabile indifferenza”.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il