Duespaghi.it, il web 2.0 applicato ai ristoranti italiani

Ogni tanto abbiamo il piacere di parlare anche del web2.0 italiano, in questo caso applicato a quanto più di italiano ci rappresenta nel mondo, la cucina



Ogni tanto abbiamo il piacere di parlare anche del web2.0 italiano, in questo caso applicato a quanto più di italiano ci rappresenta nel mondo, la cucina.

DueSpaghi è un servizio che permette di condividere e segnalare a tutti i propri ristoranti preferiti. E fa tutto questo senza niente da invidiare alle migliori startup americane del web 2.0.

DueSpaghi.it si propone con tutti gli elementi 2.0 a posto a partire dall'impostazione grafica: per ogni segnalazione di un ristorante vengono richiesti indirizzo, utile per la visualizzazione tramite GoogleMaps, tags per categorizzare le loro caratteristiche e tagclouds per vedere al volo il peso e la distribuzione delle tags.

DueSpaghi si spinge oltre e cerca anche di creare una comunità di utenti offrendo notevoli opportunità: ogni utente può creare il proprio profilo dove inserire informazioni personali come gusti, cucine preferite, hobby e una foto, aggiungere altri utenti come Spaghifriends, commentare le segnalazioni degli altri utenti, salvare come preferiti alcuni ristoranti. Una mappa dei ristoranti inseriti a Bologna con Google Maps
E' addirittura possibile creare un blog su piattaforma Wordpress con una ventina di temi disponibili.
Tramite la Spagolista si possono richiedere nuove funzionalità, che da quello che si vede vengono velocemente implementate: tra le novità c'è anche la possibilità di percepire il 20% dei ricavi pubblicitari nel caso riusciate a convincere un ristorante a farsi pubblicità su DueSpaghi.it.

Se posso anch'io approfittare per dare qualche suggerimento inserirei, come già presente su Delicious, un modulo per accorpare le tags simili (magari comunicando agli utenti che le hanno già usate un link dove si discute della cosa).
E poi, infine, utilizzare maggiormente lo strumento del blog del servizio, già esistente.
Per il resto, non posso che fare i complimenti per l'impresa a Shamperd e Flander.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il