BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti correnti zero spese: i migliori Febbraio 2014 per condizioni, operazioni, interessi

Come funzionano i conti correnti a zero spese e cosa offrono: le proposte più convenienti di questo di febbraio 2014. Quale scegliere



Un conto a zero spese è un conto che permette di effettuare operazioni bancarie gratis che possono prevedere al massimo un piccolissimo canone da pagare, insieme all’imposta di bollo che bisogna pagare (in caso di giacenza media annua superiore a 5.000 euro): 2,85 euro mensili, o 8,55 euro con addebito trimestrale.

Alcuni istituiti non addebitano l’imposta di bollo, purchè vengano rispettate determinate condizioni a livello di saldo minimo o accrediti minimi ricorrenti. Gratuite saranno, dunque, le spese di apertura, gestione e chiusura del conto. Tra le offerte più convenienti di conti correnti a zero spese per questo mese di febbraio 2014 spiccano quella di Conto Corrente Arancio di Ing Direct che non prevede neanche il pagamento dell’imposta di bollo di 34,20 euro l’anno, costo che verrà sostenuto dalla banca stessa anche se la giacenza media annua del conto sarà superiore ai 5.000 euro.

C’è poi il Conto Freedom One Mediolanum, conto corrente bancario di Banca Mediolanum a zero spese di apertura e di gestione, con tassi d’interesse dell’1% annuo per le somme destinate al deposito libero e del 2,50% per il vincolo ad alta remunerazione. Attivando Freedom One entro il 30 aprile 2014 si può partecipare all’estrazione di iPhone 5C.

L’imposta di bollo, pari a 34,20 euro, è a carico del cliente.  A seguire spicca il Conto corrente CheBanca!, che prevede anche l’opzione online che costa 21 euro l’anno. Operando via web sono gratuite le principali operazioni di accredito, tranne che per i bonifici urgenti e di importo rilevante. L’imposta di bollo la paga la banca e non c’è nessun canone per bancomat e carta di credito.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il