BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni aziendali, bond corporate 2014:migliori tassi, rendimento e sicurezza secondo analisti

Andamento obbligazioni societarie: previsioni nel 2014 e parere esperti. Quali saranno i comparti che andranno meglio? La situazione



Se nel biennio 2012-2013 le obbligazioni aziendali hanno registrato un andamento decisamente positivo,  negli ultimi 12 mesi hanno conquistato un rendimento medio del 4,67% tenendo conto sia della cedola che del guadagno in conto capitale. E “Adesso, dopo la correzione dei mercati azionari che si è osservata a gennaio, nuovi flussi di investimento si sono diretti sui titoli a reddito fisso, comprese le emissioni societarie.

E in poche settimane l’indice Merrill Lynch euro corporate bond ha realizzato una performance dell’1,48%”, ha spiegato Antonino De Gaetani, responsabile delle gestioni specializzate in obbligazioni societarie di Bnp Paribas IP. Come riportato da CorriereEconomia, le quotazioni saranno sostenute sia da un ambiente di stabilità, o addirittura di ulteriore diminuzione dei tassi di interesse di mercato, sia dalla ripresa dell’economia europea, capace di produrre un miglioramento degli utili aziendali e di conseguenza un rafforzamento delle quotazioni dei corporate bond.

Questa l’osservazione di Antonio Mauceri, amministratore delegato di Augustum Opus Sim, società indipendente di gestione del risparmio.  Tra i migliori bond, quello di Mediobanca ad alta sicurezza (senior debt), con scadenza settembre 2018, che offre ai prezzi attuali un rendimento effettivo lordo del 2,61%, circa 40 centesimi in più rispetto al titolo di Stato di durata corrispondente, il Btp a cinque anni rimborsabile il primo dicembre 2018 il cui rendimento è del 2,16%; bene anche le emissioni bancarie, che costituiscono la migliore opportunità per il 2014.

Tra gli altri comparti con un buon potenziale di rendimento, secondo l’analisi di CorrierEconomia, bene gli industriali e  Telecom. I titoli di società industriali legate al ciclo economico sono infatti spinti al rialzo da una congiuntura che nel 2014 darà segni di miglioramento, secondo gli esperti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il