BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni usuranti e precoci Governo Renzi: punto aggiornato settimana. Cambiamenti possibili e non

Uscita flessibile per lavoratori precoci ed usuranti con nuovo governo Renzi? La legge Fornero solo da rivedere in alcuni suoi punti secondo nuovi ministri Padoan e Poletti



Il premier incaricato Matteo Renzi venerdì, nel tardo pomeriggio, ha annunciato la sua nuova squadra di governo. Ai ministeri di Economia e Lavoro Pier Carlo Padoan e Giuliano Poletti. Deluse, dunque, le aspettative di quanti si aspettavano di vedere al ministero del Lavoro Guglielmo Epifani, ex segretario Cgil, o Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro.

In loro, in questi due nomi, confidavano molti lavoratori, soprattutto coloro appartenenti alle categorie di precoci, usuranti, esodati, Quota 96, tutte categorie di persone che aspettano di vedersi riconoscere particolari condizioni di accesso alla pensione. Sono del resto lavoratori in difficoltà e situazioni problematiche oggi a causa proprio delle norme fissate dalla legge Fornero. Motivo per il quale ne chiedono da sempre modifiche.

Ed ora si spera che con l’avvento del nuovo governo e di due nuove personalità si possa giungere finalmente ad una conclusione e risolvere una volta per tutte la questione esodati, così come garantire una pensione anticipata a precoci, usuranti e Quota 96.

Nonostante, infatti, i due nuovi ministri non abbiamo mai espressamente manifestato critiche e contrarietà alla legge Fornero, potrebbero arrivare interventi sulle pensioni, a partire dalla possibilità di uscita flessibile (anche con penalizzazioni) per permettere ai più vecchi di uscire, cercando di arginare la formazione dell’esercito degli esodati, e far assumere i più giovani.

Del resto, il nuovo ministro dell'Economia Padoan e il nuovo ministro del Lavoro Poletti già in passato avevano rilasciato dichiarazioni secondo le quali la legge Fornero non andava cambiata nell'impianto generale ma solo razionalizzata attraverso norme che risolvessero la questione degli esodati, delle uscite anticipate, rivedendo leggermente i coefficienti e i requisiti per le pensioni di vecchiaia e anzianità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il