BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Programma Governo Renzi: tasse, scuola, lavoro, giustizia, economia. I punti, misure e novità

Lavoro e occupazione, modifiche pensioni, procedure burocratiche più snelle, taglio tasse: le principali linee guida del programma del nuovo governo Renzi. Le misure



Ridurre le tasse su imprese e famiglie, sostenere l’occupazione, snellire le procedure della giustizia civile e della burocrazia. Il nuovo programma di Renzi mira a premiare più il lavoro che la rendita, incrementare la tassazione sulle rendite finanziare, ma Palazzo Chigi precisa che esclude nuove tasse perché si parla di rimodulazione delle rendite finanziarie.

Comunque non ci sarà la patrimoniale. Sostegno al lavoro e all’occupazione è l’altro punto focale del nuovo governo: secondo Renzi “L’Italia si sblocca, se si sblocca la questione del lavoro che non c’è” e per ridare un futuro al Paese ci vuole ‘coraggio’. Affrontati anche i temi della scuola, dell’innovazione e della semplificazione della Pubblica amministrazione “per rendere più facile la vita dei cittadini”; e ancora, della giustizia e dei tagli ai costi della politica.

Annunciati poi provvedimenti choc come la riduzione dell’Irpef di un punto per i redditi bassi e per le prime due aliquote (23 e 27) e il taglio del cuneo fiscale che verrebbe compensato dall’aumento delle rendite finanziarie e dalla spending review e la riduzione dell’Irap per le aziende che assumono giovani.

Un capitolo a parte sarà dedicato alle riforme istituzionali e alla legge elettorale. In programma anche la riforma del Titolo V che, per Renzi, rappresenta una delle possibilità per contenere la spesa pubblica. Ma si dovrà pensare anche a modifiche per le pensioni, per sostenere l’uscita anticipata per determinate categorie di lavoratori, come precoci ed usuranti, e per risolvere, una volta per tutte, la questione esodati, che ormai da troppo tempo rappresenta un’urgenza sociale per il nostro Paese.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il