BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne e uomini Governo Renzi: nel programma nulla ancora ma cambiamenti possibili

Ancora possibilità di modifiche per pensione anticipata di uomini e donne anche se non citati nel discorso programmatico di ieri del nuovo premier Renzi. Quali ipotesi di lavoro?



Nessun intervento e piano di lavoro su pensioni ed eventuali modifiche da attuare in merito, ma in molti continuano ad essere speranzosi. Nel suo discorso programmatico tenuto ieri in Senato, per la fiducia, il nuovo premier Matteo Renzi, illustrando le linee guida del suo prossimo lavoro al governo, ha spaziato tra riforma costituzionale, legge elettorale, riforma della giustizia, del lavoro, del fisco, interventi per la scuola, lo ius soli e i diritti civili dei bambini.

Ma nessuna parola su una delle questioni che ormai da un anno sta creando scompiglio, polemiche, richieste, quella cioè delle pensioni. Renzi, del resto, si è detto da sempre a favore dell’attuale legge Fornero, per lui non da stravolgere completamente, ma certamente da modificare per risolvere una questione che a lui sta molto a cuore, vale a dire quella degli esodati,m ma anche per risolvere quell’ingiustizia sociale che è venuta a crearsi con l’innalzamento dell’età pensionabile per tutti, uomini e donne.

Alzare l’età per andare in pensione anche per le donne è stata ritenuta ‘un’ingiustizia sociale’ per cui, si pensa, si procederà a sistemare anche questa questione.

Certo, non sarà facile, ma impegnativo, soprattutto per la valutazione delle risorse disponibili, probabilmente si ricorrerà nuovamente alla cosiddetta opzione contributivo, per far andare le donne in pensione prima, o forse si ricorrerà di nuovo all’ipotesi del prestito pensionistico avanzata dall’ormai ex ministro del Lavoro Giovannini, estendo poi la possibilità di pensione anticipata per tutti.

Bisognerà, comunque, vedere come ha anche intenzione di intervenire in merito il nuovo ministro del Lavoro Poletti, in collegamento alla riforma del lavoro pensata da Renzi. All’orizzonte, dunque, ancora possibilità di intervento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il