BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spread Btp-Bund Febbraio-Marzo 2014: previsioni ancora in calo. Intervento Draghi-Bce

Asta record per i Btp italiani: torna la fiducia sui mercati e la credibilità per il Belpaese. Attesa riunione Bce per la prossima settimana. Nuovo taglio tassi all’orizzonte?



Asta record per i Btp, con il titolo a cinque anni a minimi storici di rendimento mentre anche sul mercato secondario si registra calo generalizzato dei tassi, ai minimi dal 2006 sul Btp a dieci anni. Un risultato positivo che accomuna i Paesi principali dell’Eurozona, dalla Grecia alla Francia. Lo spread, intanto, chiude a 190, e il decennale è sceso sotto il 3,5% per la prima volta dal gennaio 2006. In calo anche lo spread di Spagna (192), con il decennale a minimi record di rendimento, e Portogallo (322, con rendimento ai minimi dal 2010), grazie al rientro di molti investitori dai mercati emergenti.

Nell’asta di ieri, il Tesoro ha venduto tutti i 3 miliardi di offerta massima sul Btp a cinque anni e i quattro miliardi del nuovo decennale settembre 2024. Il rendimento è sceso al 2,14% sul 5 anni, minimo record, e al 3,42% sul decennale, minimo dal 2005, con una domanda degli investitori salita per entrambi a 1,6 volte l’importo offerto. Collocati anche, con rendimenti in deciso calo, due miliardi di Cct indicizzati all’Euribor.

La domanda sul decennale è provenuta dai investitori domestici ed esteri, secondo gli esperti. Per Chiara Manenti di Banca Imi, “Il nuovo 10 anni ha visto una forte domanda, arrivata sia da investitori esteri sia da domestici. Le aste hanno beneficiato ampiamente del forte rally del mercato obbligazionario che ha interessato non solo l'Italia e la periferia”.

A favorire l'andamento italiano, in un contesto generalmente positivo per tutti i mercati obbligazionari europei, anche le attese di un'azione della Bce la settimana prossima, che potrebbe decidere un nuovo taglio del tasso di rifinanziamento da parte della Bce, che gli analisti in realtà si aspettano. L’Italia, dunque, sta  conquistando una nuova credibilità sui conti pubblici e di prospettive di crescita che si cominciano a intravedere.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il