BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui 2014 Marzo: le migliori offerte di inizio mese. Tassi variabile e fisso in calo

Tassi in discesa per mutui a tassi fissi e variabili: inizia a ripartire il mercato immobiliare? Calano anche i prezzi delle case. La situazione e offerte



Sembra stia iniziando a ripartire il mondo del mercato dei mutui in Italia e in questo mese di febbraio, e in previsione anche per il prossimo di marzo, si sono registrati cali nei tassi sia per quanto riguarda le offerte sui mutui a tasso fisso sia sui variabili, in particolar modo per le durate più brevi dei mutui: scendono le offerte per le durate a 10 e 15 anni rispettivamente dello 0,22% e dello 0,26%, mentre rimangono invariati i mutui di durata superiori, dai 20 ai 30 anni. Per i mutui a tasso fisso, invece, cala lo spread, tra il 2,50 e il 2,70%.

A questo andamento si associa anche il generale calo registrato negli ultimi mesi dei prezzi stessi delle case. Momento ottimale, dunque, questo per chi volesse acquistare una casa.

Considerando il caso di una casa da 200 mila euro, chiedendo un mutuo del 50%, prendendo come riferimento una persona sui 35 anni, con posto fisso a tempo indeterminato e un reddito familiare che si aggira sui 3 mila euro netti, tra le migliori offerte attualmente disponibili sul mercato per i mutui a tasso variabile, quelle più convenienti sono risultate quella della Ing Direct (tasso variabile del 2,99%), di Unicredit (2,79%) e del Gruppo Banco Popolare (2,79%), che prevedono il pagamento di una rata mensile di 544 euro mensili.

Per quanto riguarda, invece, le offerte a tasso fisso, la più conveniente è quella del Gruppo Banco Popolare con tasso del 4,75% ed una rata di 646 euro mensili; seguita dall'offerta di Webank che si attesta al 5,13% ed un Taeg del 5,28%, con rata mensile di 667 euro, e da quella di  Intesa Sanpaolo, che prevede il pagamento di una rata mensile di 665 euro.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il