BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spread Btp-Bond 2014 ancora calo: risparmi da almeno 10 miliardi utili per programma Governo Renzi

Cala ancora lo spread tra Btp e Bund, via a nuove missioni di titoli di Stato e taglio cuneo fiscale: Renzi propone detrazioni Irrpef per lavoratori in busta paga e sconti Irap per le imprese



Con l’avvio del nuovo governo Renzi arriva dall'emissione di nuovi titoli di Stato, cala lo spread e si annunciano nuove misure volte a contenere il cuneo fiscale: solo tra gennaio e febbraio il costo del debito pubblico è sceso di 704 milioni con un risparmio che potrebbe arrivare a 3,2 miliardi per l'intero 2014.

Renzi promette anche un taglio al costo del lavoro da dieci miliardi, secondo anticipazioni in forma di detrazioni Irrpef per lavoratori in busta paga e sconti Irap per le imprese: questo il piano della riduzione del cuneo fiscale annunciata dal Premier Matteo Renzi nel suo discorso programmatico per la fiducia. Il premier conferma, dunque, un taglio da dieci miliardi.

Due poi le ipotesi che si profilano per quanto riguarda lo sgravio in busta paga: riduzione delle prime due aliquote Irpef, cioè dei redditi fino a 27mila euro; e aumento delle detrazioni sul lavoro dipendente. La prima ipotesi costerebbe circa 5 miliardi e la platea dei beneficiari corrisponderebbe all’85% dei dipendenti, con aumento medio di circa 100 euro per il 2014. Per quanto riguarda invece l’Irap delle imprese, si parla di un taglio del 10%, che costerebbe circa 3 miliardi.

Le due misure così previste non costerebbero ancora i 10 miliardi annunciati però, per questo Renzi ha dichiarato altre due cose: le risorse arriveranno attraverso “misure serie e irreversibili legate alla revisione della spesa, che porterà risultati concreti già nel primo semestre 2014”.

Scenario roseo, dunque, per gli addetti ai lavori e che potrebbe anche migliorare, rilanciare i consumi e aiutare la crescita, anche perché il governo quest'anno si appresta a collocare 450 miliardi di titoli (98 quelli venduti tra gennaio e febbraio): 400 a copertura dei debiti in scadenza, gli altri per il deficit di bilancio. Quest'ultimo nelle ultime stime è atteso in calo intorno ai 45 miliardi, con un risparmio di altri 5 miliardi, che insieme ai minori interessi servirebbero a coprire il taglio del cuneo fiscale da 10 miliardi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il