BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Scadenze fiscali Marzo 2014, sciopero 5 marzo, mercati finanziari, azioni, borse, appuntamenti

Festa della donna, festa del papà, sciopero mezzi pubblici e trasporti aerei, adempimenti fiscali: al via il mese di marzo ricco di scadenze per gli italiani



E’ il mese della festa del papà, 19 marzo, di nuovi scioperi dei mezzi pubblici, di una probabile stabilizzazione dei mercati finanziari e dei listini all’indomani della formazione del nuovo governo Renzi, ma dell’incertezza politica mondiale a causa delle tensioni fra la Russia e Kiev. E’ iniziato marzo e sono tanti gli appuntamenti per gli italiani fissati in questo mese.

In programma mercoledì 5 marzo il primo sblocco dei trasporti pubblici nelle maggiori città di Italia: il blocco di  di 24 ore (con modalità territoriali) del personale addetto al pubblico locale, indetto da O.S. Orsa Autoferro TPL. Esclusi dallo sciopero le aziende di trasporto pubblico locale del bacino regionale toscano. Venerdì 7 marzo 2014 sarà, invece, la volta dei trasporti aerei: O.S.USB Lavoro Privato, O.S.CUB Trasporti e O.S. ADL hanno, infatti, proclamato uno sciopero di 24 ore per il personale delle società Sea e Sea Handling degli aeroporti di Milano Linate e di Milano Malpensa.

Fermi anche gli assistenti di volo EasyJet che incroceranno le braccia dalle 00:01 alle 24, il personale di Techno Sky dalle 12:30 alle 16:30, il personale navigante di Meridiana Fly che si fermerà per 24 ore e, infine, i lavoratori del comparto aereo, aeroportuale ed indotto degli aeroporti che si fermeranno dalle 00:01 alle 23:59. Venerdì 14 marzo 2014, O.S. Cat ha indetto uno sciopero di un'ora, dalle 15:59 alle 16:59 del personale aziende del trasporto ferroviario e del cargo. Fermo nella stessa giornata, dalle 9:01 alle 16:59, il personale di Trenitalia, RFI, NTV e Trenord addetto alla circolazione dei treni e alla manutenzione a causa di uno sciopero indetto da O.S. ORSA Ferrovie.

Mercoledì 19 marzo 2014 toccherà, invece, al personale addetto al trasporto pubblico locale, con uno stop di 24 ore indetto dai sindacati OO.SS., FILT-CGIL, FIT-CISL, Ultrasporti, UGL FNA e FAISA-CISAL che causerà lo sciopero dei mezzi pubblici in tutta Italia (ad eccezione delle fasce garantite).

Domenica 23 marzo 2014 sarà nuovamente la volta del trasporto aereo: A.P. ANPCAT ha proclamato uno sciopero di 4 ore, dalle 13 alle 17, per il personale ENAV. Fermi inoltre dalle 10 alle 14 anche gli assistenti di volo della compagnia Easyjet. Infine, domenica 30 marzo 2014 si fermerà il personale della società ENAV, a causa di uno sciopero di 4 ore (dalle 12:30 alle 16:30) proclamato da A.P. LICTA-FAST.

Scioperi ma anche feste: si parte dall’8 marzo, festa della donna, ultimo week end di carnevale in molte città, celebrazione di quello Ambrosiano a Milano; il 19 marzo, giorno di San Giuseppe, è invece la festa del papà. Marzo tempo anche di adempimenti fiscali: adempimenti fiscali: oggi, lunedì 3 marzo, appuntamento con il pagamento Locazioni contratto di affitto e locazioni immobili con decorrenza 1 febbraio 2014; sabato 15 marzo, appuntamento Iva, per chi dovrà versare la fattura differita per beni consegnati, con documento di trasporto o di consegna, nel mese di febbraio 2014; fatture inferiori a 300 euro Annotazione del documento di riepilogo delle fatture di importo inferiore a 300 euro relative a febbraio 2014; commercianti al minuto Registrazione corrispettivi per operazioni di febbraio 2014; associazioni sportive Annotazione corrispettivi e proventi commerciali (febbraio 2014) da parte delle associazioni sportive dilettantistiche, In programma anche il versamento dell’acconto mensile Irap con il Mod. F24 EP su retribuzioni e compensi di febbraio 2014 per Enti pubblici.

Il 16 marzo sarà invece l’ultimo giorno utile per il pagamento della tassa annuale CC.GG. da parte delle società di capitale per la numerazione e bollatura dei libri sociali, del libro giornale e inventari. La tassa è di 309,87 euro se il capitale, al primo gennaio 2012, non è superiore a 516.456,90 euro; di 516,46 euro se invece il capitale supera 516.456,90 euro. Il versamento deve essere effettuato attraverso il modello F24, codice tributo 7085, anno di riferimento 2013.

La tassa può essere compensata con eventuali crediti; giorno anche per il versamento dell’Iva a debito presso gli istituti o le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l’utilizzo del mod. F24 -codice tributo: 6002 (versamento Iva mensile-febbraio), da parte dei contribuenti Iva mensili; dell’Iva a debito, da parte dei contribuenti mensili, a seguito di conguaglio scaturente dalla dichiarazione annuale, con l’utilizzo del mod. F24- codice tributo 6099; pagamento dei contributi dovuti sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti di competenza del precedente mese, mediante versamento presso gli istituti e le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l’utilizzo del mod. F24; del pagamento, da parte dei soggetti committenti, dei contributi relativi alla gestione separata INPS dovuti sui compensi corrisposti nel corso del precedente mese. Per il versamento si utilizza il mod. F24.

Lunedì 17 marzo appuntamento invece con il pagamento della tassa annuale di concessione governativa per la tenuta dei libri contabili e sociali nella misura di 309,87 euro; con il pagamento dei contributi dovuti per il periodo di paga scaduto a febbraio 2014 per aziende dello spettacolo, di esercizio cinematografico e per le società sportive professionistiche; con il pagamento in via telematica per i sostituti di imposta con il Modello F24 dell’imposta sostitutiva sulle somme erogate ai dipendenti nel mese precedente; e con la tobin tax, imposta sulle transazioni finanziarie.

Il versamento dovrà essere effettuato con il mod. F24 della Tobin Tax per le operazioni eseguite nel mese precedente. Il 31 marzo, invece, sarà il termine per la Black-list, comunicazione degli elenchi relativi alle operazioni di importo superiore a 500 euro (art. 2, c. 8, D.L. 16/2012) intrattenute nel mese precedente; e per il rinnovo contratti di registro.

Scade il termine per il versamento dell’imposta di registro, pari al 2% del canone annuo, relativa ai contratti di locazione per i quali non si applica il regime della cedolare secca decorrenti dal giorno primo del mese. Per il versamento si utilizza il mod. F23, scaricabile dalla sezione modulistica. I codici tributo da utilizzare sono: 115T per la prima annualità e 112T per le annualità successive.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il