BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti correnti migliori Marzo 2014 senza spese: condizioni, bollo non si paga e tassi

Come funzionano i conti correnti a zero spese: non si paga neanche l’imposta di bollo. Le migliori offerte di questo mese: quale scegliere



Sono conti che permettono di effettuare operazioni bancarie gratis, che non prevedono spese di apertura, gestione e chiusura, e che al massimo possono prevedere al massimo un piccolissimo canone da pagar. Alcuni istituiti, inoltre, non prevedono neanche il pagamento dell’imposta di bollo, purchè vengano rispettate determinate condizioni a livello di saldo minimo o accrediti minimi ricorrenti.

Sono queste le caratteristiche dei conti correnti a zero spese. Tra le offerte più convenienti di conti correnti a zero spese per questo mese di marzo 2014 spicca quella di Conto Corrente che Banca!, con canone e imposta di bollo gratuita, che permette di effettuare le operazioni tramite Internet, Servizio Clienti e in filiale e prevede, a scelta del cliente, l’attivazione dell’Opzione Assistenza in filiale. Il Conto Corrente senza Opzione Assistenza in filiale ha un canone pari a zero e prevede un numero illimitato di operazioni gratuite tramite internet e Servizio Clienti mentre le singole operazioni effettuate in filiale sono a pagamento.

Il Conto Corrente con Opzione Assistenza prevede un canone mensile e il cliente può disporre un numero illimitato di operazioni gratuite tramite tutti i canali della Banca. L’Opzione Assistenza in filiale può essere attivata dal cliente in qualsiasi momento e l’eventuale disattivazione avrà effetto dal mese successivo a quello della richiesta.

A seguire ci sono il Conto Corrente Arancio di Ing Direct, che prevede anch’esso canone, imposta di bollo e operazioni di prelievo gratuite, come gratis sono anche i bonifici online o allo sportello; e Conto Corrente Fineco: anche questo conto prevede ogni operazione gratuita, nessuna imposta di bollo ma 2,90 euro di commissione per prelievi all’estero.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il