BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cud 2014: quando è meglio fare Unico, 730/2014 dichiarazione redditi o basta da solo. Come riceverlo

Compilazione del Cud per successive dichiarazioni dei redditi con Unico o 730. Quando si è obbligati a presentarle e quando no. Gli obblighi dei contribuenti



Nonostante il termine di scadenza, fissato al 28 febbraio, sia passato, è ancora possibile ritirare il modello Cud 2014, certificazione dei redditi da lavoro dipendente o assimilati e di pensione corrisposti nell’anno precedente e assoggettati a tassazione che deve essere effettuata dal datore o sostituto d'imposta delle somme erogate e delle relative ritenute fiscali, che viene solitamente consegnato in formato cartaceo o elettronico. 

Il nuovo Cud riporta novità per gli eventuali bonus fiscali concessi a ricercatori, lavoratori e lavoratrici che siano rientrati in Italia dopo aver svolto esperienze formative all’estero, così come gli incentivi di produttività; l’aumento al 24% della detraibilità delle erogazioni liberali in favore di Onlus, partiti e movimenti politici; la detrazione del 19% relativa alle erogazioni liberali al fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato; l’introduzione nella sezione riservata all’8 per mille, di due nuove istituzioni religiose, l’Unione buddhista italiana e l’Unione induista italiana; e il nuovo codice per i Comuni alluvionati della Sardegna, a conferma della sospensione degli obblighi fiscali.

Il Cud talvolta è necessario per le successive dichiarazioni (modello 730 o Unico), ma non sempre il contribuente ha altri obblighi verso il fisco. Basta, infatti, la sola compilazione e invio del Cud se il contribuente non ha percepito altri redditi che devono essere assoggettati a tassazione (per esempio, compensi per collaborazioni o redditi da locazione), per cui non è obbligato a presentare altre dichiarazioni, a condizione che il datore di lavoro abbia eseguito correttamente il conguaglio delle imposte.

Ma la dichiarazione dei redditi, tramite modello Unico o modello 730, pur non obbligatoria, può risultare conveniente per il contribuente che vuole portare in deduzione o detrazione alcune spese sostenute, come quelle sanitarie, di interessi sui mutui, rette scolastiche, o ristrutturazioni edilizie.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il