BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni, Etf 2014, fondi azionari: spese di commissione più basse. Come e dove trovarle

Investire senza spese o pagando commissioni ridotte: situazione attuale e migliori proposte del momento. Quali sono



Investire anche per chi ha poche possibilità economiche e lo può fare meglio di un anno fa: secondo CorrierEconomia, infatti, dal primo gennaio 2014, il micro risparmio non soffre più per l’eccessivo peso dell’imposta di bollo, applicata dal 2012 a tutti gli investimenti. Anche se l’aliquota è salita al 2 per mille, l’abolizione della soglia minima di 34,2 euro tocca i mini patrimoni e nei prossimi mesi anche la tassazione sui rendimenti e sui capital gain potrebbe essere ridefinita.

Se, dunque, nel 2013 chi metteva da parte mille euro, a causa del bollo col minimo fisso a 34,2, pagava un’imposizione del 3,4%, oggi per la stessa cifra bisogna pagare solo 2 euro (il 2 per mille), cifra che, minima, incoraggia anche banche, società di gestione e compagnie assicurative a coltivare di più il ‘piccolo’ risparmio a piccole dosi con prodotti specifici dedicati o con sconti sulle spese fisse che rendono meno oneroso l’investimento.

Per esempio,  la Banca Popolare dell’Emilia Romagna ha abbassato l’importo minimo investibile su alcuni certificati di deposito, portandolo da 10 mila euro (5 mila per le durate oltre i 18 mesi) a mille euro. Altra iniziativa è quella di Etica Sgr, che propone fino al 31 luglio 2014 per chi sottoscrive presso le filiali di Banca Etica un piano di accumulo su uno dei quattro fondi disponibili, la possibilità di non pagare i diritti fissi di 12 euro richiesti di norma al primo versamento.

Zero diritti fissi di sottoscrizione anche per i pac sul fondo Tricolore di Anima Sgr, lanciato a inizio 2012 e per tutti i fondi distribuiti da CheBanca!, che in promozione fino al 30 giugno annulla inoltre le commissioni di sottoscrizione, switch e rimborso. Infine niente bollo anche per gli Exchange Traded Fund, fondi quotati che replicano passivamente un indice di riferimento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il