BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Piano lavoro, taglio tasse, casa,scuola: Governo Renzi, Consiglio Ministri mercoledì 12. Novità

Matteo Renzi annuncia nuove misure da presentare domani mercoledì 12 marzo: da nuovi ammortizzatori sociali, a contratti, edilizia scolastica, piano casa. Cosa aspettarsi




Nuove misure per il lavoro e jobs act, taglio del cuneo fiscale, nuovo piano casa e novità scuola: questi i punti principali che domani, mercoledì 12 marzio, il premier Matteo Renzi toccherà nella presentazione delle sue prime riforme da attuare. Obiettivo: dare nuovo impulso alla crescita dell’Italia, da ogni punto di vista.  Renzi, ospite da Fazio domenica scorsa, ha annunciato: “Entro martedì e mercoledì per la prima volta verranno abbassate le tasse.

E poi è in dirittura d'arrivo il già annunciato piano per l'edilizia scolastica per il quale si useranno bene i soldi che già ci sono”. Si parte dalla scuola, per cui sono stati presi impegni concreti con i sindaci per l'edilizia scolastica e “ho chiesto una mano a Renzo Piano”.

Sui fondi da investire spiega: “Abbiamo previsto di spendere 10 miliardi in tre anni per la risistemazione dell'edilizia scolastica” e sui soldi da usare “usiamo quelli che già ci sono. I fondi di coesione sono stati spesi per una parte marginalissima, meno del 10%. Questi soldi dobbiamo abituarci a spenderli bene e subito e consentire ai cittadini di verificare come sono stati spesi”.

Poi il nodo cruciale del taglio del cuneo fiscale. Renzi annuncia: “Entro mercoledì abbasseremo per la prima volta le tasse. Non ci crede nessuno? Lo vediamo. Stiamo mettendo delle date ed è un rischio pazzesco ma ci impegniamo a tagliare le tasse di 10 miliardi di euro. Il fisco non deve essere un nemico e il governo agirà per questo, ad esempio con la dichiarazione precompilata che invieremo a casa”.

Ancora da valutare se il taglio toccherà Irap o Irpef. In tema di lavoro, invece, Renzi annuncia le novità in arrivo: “L'assegno di disoccupazione arriverà con un ddl che impone la riorganizzazione degli strumenti di ammortizzazione sociale: al disoccupato dò il contributo ma lui non sta a casa o al bar ma mi da una mano per le cose che servono. Ti dò una mano e tu mi dai una mano ad aiutarti”.

E insieme ai nuovi ammortizzatori sociali, si cercherà di riorganizzare il mondo dei contratti, prevedendone uno unico, e si sostenere le assunzioni dei giovani. Pronto anche il nuovo piano casa, presentato dal ministro Lupi, che prevederà misure a sostegno degli affitti e della concessione di mutui agevolati, soprattutto a giovani coppie, grazie al nuovo plafond casa, cui hanno aderito già venti istituti bancari.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il