Sistri 2014 problemi, soluzione d'urgenza con Decreto Governo Renzi. Blocco da aziende possibili

Ancora richieste per modifiche Sistri 2014: troppi i problemi del nuovo sistema di tracciamento dei rifiuti. Le difficoltà

Sistri 2014 problemi, soluzione d'urgenz


In vigore da una settimana, il nuovo Sistri è pronto già a subire ulteriori modifiche. A  criticare il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti, sia gli stessi operatori che le proprie sigle di rappresentanza, e molti ne richiedono ora l’astensione.

Confartigianato, per esempio, invita i propri iscritti a non affrettarsi con il ricorso al Sistri fino a quando la situazione non sarà chiarita definitivamente. Il motivo di questo invito deriva soprattutto dai continui cambiamenti cui viene sottoposto il sistema, dallo slittamento di alcuni punti fono al prossimo 2015, alla possibile esenzione dall’’obbligo del sistema delle aziende con meno di dieci dipendenti.

La richiesta è, infatti, quella di un intervento d’emergenza del governo Renzi, il primo atto ufficiale firmato dal neo ministro Gianluca Galletti, che prevede che le imprese al di sotto dei dieci dipendenti siano esentate dagli obblighi del Sistri. Intanto, il Milleproroghe ha rinviato il sistema sanzionatorio fino all’inizio del 2015 e, insieme, si è mantenuto in vigore il sistema precedente, con registri, formulari e dichiarazione Mud.

Altri problemi per i soggetti coinvolti all’obbligo di aderire al Sirtri, riguardano proprio l’uso della chiavetta Usb, che le confederazioni del lavoro chiedono di sorpassare, agevolazioni per le piccole raccolte, e l’inserimento singolo del PIN rispetto a quello multiplo.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il