BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Carte prepagate 2014:Marzo, migliori offerte. Spese, condizioni, tassi di interesse. Confronto

Carte prepagate sicuri per acquisti online e all’estero: come usarle e le migliori offerte di questo mese di marzo 2014. Quale scegliere in base alle proprie esigenze




Le carte prepagate sono carte ricaricabili che si differenziano dalle carte di debito (o carta Bancomat) e carte di credito poiché sono collegate ad un borsellino elettronico, il cui accesso è garantito dalla carta stessa. Generalmente il pagamento viene addebitato istantaneamente.

Molte carte prepagate sono  collegate ad un conto corrente bancario e utilizzano solitamente gli stessi circuiti delle carte di credito (i più utilizzati sono VISA Electron e MasterCard). In Italia, le carte prepagate vengono principalmente usate per gli acquisti su internet, perché hanno il vantaggio di minimizzare i rischi derivanti da eventuali clonazioni delle carte di credito. Negli ultimi anni sono nate delle carte prepagate evolute che hanno anche le principali funzioni di un conto corrente, ad esempio: il codice IBAN, la possibilità di effettuare e ricevere bonifici.

Queste carte sono state create soprattutto per i giovani, poiché hanno meno spese di un vero conto corrente, per esempio non prevedono il pagamento dell'imposta di bollo. La carta prepagata più diffusa in Italia è la Postepay, con circuito VISA Electron, distribuita dalle poste. Ma sono diverse le offerte convenienti in questo mese di marzo.

Spicca per esempio Contocarta di Deutsche Bank Easy: è la carta prepagata ricaricabile che ingloba in sè le più importanti funzionalità che solitamente invece caratterizzano un conto corrente, è dotata di codice Iban, permette di pagare bollette e utenze, effettuare bonifici, pagamenti e acquisti anche comodamente on line, versamenti e prelievi, ed infine accreditare lo stipendio o la pensione.

Per richiedere Contocarta, basta compilare il modulo online con tutti i dati richiesti o scaricare il modulo di richiesta, bisogna poi recarsi allo sportello Deutsche Bank Easy più vicino portando carta d'identità e codice fiscale. Altra offerta è quella di BperCard Karica, carta prepagata ricaricabile, utilizzabile in Italia e con cui puoi prelevare contante e pagare i tuoi acquisti negli Atm e Pos che siano collegati ai circuiti Bancomat/Pagobancomat.

BperCard Karica è sicura, perchè tutte le operazioni necessitano del codice segreto Pin, ha poi una validità di 3 anni, prevede un costo, al rilascio, di soli 6 euro, e si può ricaricare nelle filiali della propria Banca o gli sportelli bancomat del circuito QuiMultibanca; l'importante è che la ricarica sia almeno di 20 euro e al massimo di 2.600 euro.

La prima carica però deve essere eseguita al momento dell'attivazione presso lo sportello bancario che la rilascia. Ubi Banca lancia invece Carta Enjoy, del circuito MasterCard, che per piccoli importi permette di pagare semplicemente avvicinando la carta all’apposito lettore Pos, senza digitare il Pin o firmare scomodamente lo scontrino, attraverso l'utile tecnologia contactless di MasterCard; permette poi di ricaricare il cellulare, di prelevare gratuitamente contanti in euro agli sportelli automatici (ATM) in Italia ma anche all'estero; di effettuare ricariche in filiale o attraverso un bonifico negli sportelli automatici (ATM) e attraverso il comodo internet banking Qui UBI fornito dalla banca; e di trasferire denaro ad un'altra carta.

Banca Carige, infine, presenta riCarige, la carta prepagata semplice ed affidabile per coloro che voglio prelevare ed acquistare, anche fuori dal territorio nazionale, senza però avere un conto corrente e senza costi fissi. riCarige è la carta ideale per chi viaggia spesso o chi vuole acquistare online senza correre rischi, perché è il cliente a stabilire la disponibilità di spesa, facendo una ricarica dell'importo che desidera e, nel caso di furto o di smarrimento, è previsto un servizio di blocco 24h su 24h.

Per ricaricare riCarige basta recarsi presso una qualsiasi filiale; attraverso internet, 24 ore su 24, addebitando la spesa su un conto corrente del Gruppo Carige; ancora, agli sportelli automatici della banca.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il