BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia e anzianità Governo Renzi: no cambiamenti uscita, ma calo assegno con nuove tasse

Taglio per le pensioni più alte per l’assunzione di nuove persone: nessuna uscita anticipata per pensioni di vecchiaia e anzianità. Delusione e piano Cottarelli




Nessuna uscita anticipata e flessibile, nessuno studio delle proposte di Cesare Damiano e dell’ex ministro del Lavoro Enrico Giovannini per andare in pensione prima, nessun accenno ad eventuali futuri interventi. Ancora una volta ieri, dopo il Consiglio dei ministri che ha varato il nuovo pacchetto di interventi su lavoro e casa, il premier Matteo Renzi non ha fatto alcun accenno alle pensioni e alle eventuali modifiche richieste.

Delusione per quanti pensavano che la presentazione del piano lavoro avrebbe portato con sé anche cambiamenti per le pensioni. Non cambierà nulla, dunque, per il momento, per le pensioni di vecchiaia e anzianità, si continuerà a seguire l’impianto Fornero.

Le uniche modifiche sulle pensioni potrebbero arrivare con la spending review del Commissario Cottarelli, ma non si preannuncia nulla di buono. tutt'altro: l'idea è quella di un taglio delle pensioni alte per favorire le assunzioni; possibili risparmi per 3 miliardi quest'anno; e nessun taglio per istruzione e cultura.

Sono questi alcune dei punti del piano di spending riview del governo illustrati dal commissario straordinario alla spesa, Carlo Cottarelli, in audizione in commissione Bilancio del Senato.

Cottarelli annuncia: “Un contributo temporaneo potrebbe arrivare dalle pensioni oltre una certa soglia essenzialmente per consentire l'assunzione di nuove persone”, spiegando che il contributo sarebbe destinato alla fiscalizzazione degli oneri sociali.

“Calcolando gli ultimi otto mesi dell'anno i tagli di spesa possibili effettivi per il 2014 possono essere 3 miliardi di euro”. Nel piano della spending review non ci saranno tagli all'istruzione e alla cultura: “Nella mia proposta non c'è alcuna riduzione per l'istruzione e la cultura”, ha precisato Cottarelli.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il