BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni uomini e donne Governo Renzi: uscita prima no cambiamenti età, requisiti calcolo, assegno no aumento, ma nuove tasse

Renzi assicura: “I soldi per meno tasse ci sono”. Il premier nega l'ipotesi di un prelievo sulle pensioni, smentendo il commissario Cottarelli




L’ipotesi era quella di aumentare l’età contributiva di pensionamento delle donne per dare una risposta all’Ue che mesi fa aveva puntato il dito contro l’Italia a causa di una norma che andava contro la parità di trattamento di genere per le pensioni.

Ma tutto tace in merito, esattamente come su altre questioni aperte sulle pensioni, dall’uscita anticipata dal lavoro, soprattutto per precoci e usuranti; all’aumento dell’assegno pensionistico; alla questione esodati. Ma si vocifera di un possibile prelievo su pensioni che superano i 2-3 mila euro, anche se il premier Matteo Renzi smentisce l’ipotesi.

Un programma ambizioso quello illustrato da Matteo Renzi che ha fatto molto discutere, ma i sindacati, che pure hanno apprezzato alcune delle misure proposte dal governo sul lavoro, esortano il premier a usare più cautela sul prelievo alle pensioni, alzando l'asticella su quelle definite ‘d'oro’.

Ai timori dei pensionati che ricevono pensioni superiori ai 2-3 mila euro, Renzi ha risposto: “I soldi per meno tasse ci sono. Se non li faccio trovare in busta paga il 27 maggio sono un buffone. Serviva lo choc anche per le imprese ma non ce l’abbiamo fatta.

Per i pensionati non cambia assolutamente nulla, nemmeno per le pensioni di 3mila euro”. E ieri sera, ospite a Porta a Porta di Bruno Vespa dice: “Ci siamo dati delle scadenze. Se i soldi non arrivano a maggio sono un buffone…”.   

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il