BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui 2014 variabili e fissi Marzo: migliori offerte, tassi più bassi, aiuti e agevolazioni Stato

Scegliere tra mutuo a tasso variabile o fisso per l’acquisto della prima casa: arriva il Plafond casa per giovani coppie e non solo. Come funziona




In un momento in cui molti ritengono sia arrivato il momento di tornare a compare case, perché i prezzi sono molto scesi, nonostante ad alzarli ci siano comunque gli spread bancari, tanti ci pensano, pronti a fare un investimento, ma il dubbio e la domanda che ci si pone, soprattutto in un momento di incertezza come quello attuale, è quello se preferire un mutuo a tasso variabile o fisso.

A sostegno delle giovani coppie e delle famiglie numerose, il nuovo governo ha dato vita al Plafond casa, che offre mutui a condizioni favorevoli per acquistare o ristrutturare la casa, ma al momento solo due tra gli istituti di credito che hanno firmato i primi contratti con la Cassa depositi e prestiti, e cioè Unicredit e Banca Sella, hanno sportelli su tutto il territorio nazionale per dare la possibilità di accedere a finanziamenti a condizioni agevolate rispetto alle offerte presenti attualmente, consentendo un più facile accesso al mercato dei mutui per l’acquisto della casa, mercato che sta mostrando i primi segnali di ripresa.

Per i mutui agevolati, sono privilegiate le giovani coppie, famiglie con tre o più figli, e quelle che comprendono un disabile, ma tutti potranno richiederli. Per richiedere il mutuo ci si dovrà recare presso gli istituti che hanno aderito al piano, compilare il modello per la domanda, e dopo la presentazione della domanda ogni istituto decide l’eventuale concessione del credito, a tassi di interesse particolarmente vantaggiosi rispetto al mutuo standard della banca erogante.

In ciascun contratto di finanziamento dovrà essere specificato che l’operazione è stata realizzata utilizzando la provvista messa a disposizione dalla Cdp, indicandone il relativo costo e durata, e il vantaggio ottenuto in termini di riduzione del tasso annuo nominale.

Il mutuo agevolato può essere richiesto per l’acquisto della prima casa o per ristrutturare e migliorare l’efficienza energetica della propria abitazione.

Il Plafond prevede tre diverse durate temporali e tre diversi importi limite: per gli interventi di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica si possono richiedere al massimo 100 mila euro; per l’acquisto della prima casa si possono richiedere fino a 250 mila;per interventi di ristrutturazione e miglioramento energetico si possono richiedere fino a 350mila euro; mentre per quanto riguarda i tempi, i mutui possono essere a 10, 20 o 30 anni.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il