BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti personali 2014: tassi interessi, rate, condizioni migliori su siti web online come in Usa

Richiedere prestiti personali online: la nuova tendenza di accesso al credito e offerte tradizionali. I siti italiani che operano in questo settore




Italiani sempre alla ricerca di buone offerte di prestiti personali per soddisfare il bisogno di liquidità, soprattutto in questo periodo di crisi, per affrontare le spese anche quotidiane. Spesso, infatti, il solo stipendio non basta per arrivare a fine mese e sostenere spese impreviste.

E crescono offerte più convenienti per chi desidera chiedere un prestito, dalla proposta del prestito Revolution Più di BNL, prestito personale per chi vuole realizzare un progetto, anche grande, ma non dispone della somma necessaria per farlo, e che permette alla clientela di ottenere liquidità flessibile e velocemente. L’importo richiedibile può variare dai 5.000 euro ai 100.000 euro, da restituire da 6 a 60 mesi, con un tasso di interesse fisso e una rata mensile e costante per tutta la durata del finanziamento.

Altra proposta conveniente e quella di Unicredit, CreditExpress Mini, prestito che serve per chi vuole fare delle piccole spese e vale per l'intera famiglia. L'importo da chiedere va da un minimo di 1.000 euro ad un massimo di 3.000 euro, è flessibile e il rimborso avviene tramite rate mensili di taglia piccola e senza mai cambiarle per tutta la durata del finanziamento.

La durata del Creditexpress mini va da 18 a 36 mesi. Anche Poste Italiane offre il suo prodotto Prontissimo, prestito che può essere richiesto da tutti, che eroga somme da 1.750 euro a 20mila euro; ha una durata che va da 24 a 84 mesi, e il rimborso avviene tramite addebito sul conto o tramite bollettini postali. In caso di estinzione anticipata non ci sarà alcuna spesa in più da effettuare.

Per richiedere il prestito personale di Poste Italiane, basta semplicemente recarsi in un ufficio postale abilitato con documento d'identità, tessera sanitaria e un documento che attesti il reddito (cud, dichiarazione dei redditi...) e richiedere quanto desiderato.

Non solo banche e società di finanziamento: i prestiti personali si possono, infatti, richiedere anche online, esattamente come chi decide di aprire un conto corrente online. I siti italiani che, per esempio, offrono questa possibilità sono, tra gli altri, https://www.boober.it/, http://www.smartika.it/Web/, martika.it e Prestiamoci.it. E’ un settore in espansione che negli Stati Uniti, come rivelato da un recente articolo di The New York Times , è già molto sviluppato. Gli imprenditori, infatti, cercano un’alternativa alle banche e alle agenzie di prestito, che richiedono tassi particolarmente onerosi.

E, come sottolineato da Jared Hecht, amministratore delegato del sito peer-to-peer Fundera, “Anche in questo caso, internet applica le stesse regole che hanno fatto il successo di altri settori: efficienza, competizione e trasparenza dei prezzi”.

Gli interessi vanno da un minimo dell’8% a un massimo del 24% a seconda degli importi concessi, della durata del prestito e della solvibilità del richiedente. E richiedendo un prestito online si ha la possibilità di restituire in maniera flessibile le rate, cosa particolarmente utile per le imprese che possono pagare importi più alti quando le cose vanno meglio e viceversa. Il guadagno dei siti è calcolato in maniera percentuale sulle transazioni di cui sono responsabili.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il