BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dichiarazione dei redditi 2014: novità ufficiali e cosa cambia quest'anno

Modello 730 2014, Cud 2014 e Unico 2014: per chi sono previsti, differenze, scadenze e cosa cambia per le dichiarazioni dei redditi quest’anno




La dichiarazione dei redditi 2014 riguarda i redditi percepiti nel 2013 e può essere effettuata attraverso modello 730 e modello Unico, a seconda del tipo di lavoro che si svolge e di contratto che si ha. Il modello 730, che quest’anno presenta maggiori detrazioni fiscali per figli a carico, il bonus per ristrutturazioni e mobili, lo sconto Energia, aliquote ridotte per la cedolare secca e compensazioni per chi non ha sostituto d’imposta, deve essere presentato da lavoratori dipendenti e i pensionati; persone che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente (es. integrazioni salariali, indennità di mobilità); soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca; sacerdoti della Chiesa cattolica; giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive (consiglieri regionali, provinciali, comunali, ecc.); persone impegnate in lavori socialmente utili; lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato per un periodo inferiore all’anno.

Possono presentare il modello 730 anche in assenza di un sostituto d’imposta tenuto a effettuare il conguaglio, i contribuenti che nel 2013 hanno percepito redditi di lavoro dipendente, redditi di pensione o alcuni redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, escluse le indennità percepite dai membri del Parlamento europeo.

I termini per la consegna del 730 sono fissati al 30 aprile al sostituto d’imposta, e al 31 maggio a Caf e professionisti abilitati. Il 730 2014 prevede nuove detrazioni fiscali: sale l’importo delle detrazioni per figli a carico da 800 a 950 euro per ciascun figlio di età pari o superiore a tre anni; da 900 a 1.220 euro per ciascun figlio di età inferiore a tre anni.

Inoltre, è elevato da 220 a 400 euro l’importo aggiuntivo della detrazione per ogni figlio disabile; viene prorogata la detrazione del 50% per interventi di ristrutturazione edilizia (sezioni III-A e III-B del quadro E); previsti poi bonus mobili, bonus energia, che si attesta al 55% fino al 6 giugno 2013, al 65% per le spese di riqualificazione energetica successive a tale data (sezione IV del quadro E).

Previste anche detrazione del 19% per le erogazioni liberali in denaro in favore del Fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato (righi da E8 a E12, codice 35); per spese mediche, infermieristiche, ed è importante sottolineare che viene ridotta dal 19 al 15% l’aliquota sui contratti di locazione a canone concordato.

Dovrà essere invece presentato da lavori autonomi e società il modello Unico 2014. Diversi i modelli di dichiarazioni disponibili a seconda dell'attività che si svolge e sul sito dell'Agenzia delle entrate sono disponibili , da Unico società di capitali; a quello per persone fisiche; società di persone; enti non commerciali.

Unico per società di capitali è il modello utilizzato dalle imprese (escluse le società semplici) per la dichiarazione dei redditi e la dichiarazione Iva; deve essere presentato, in via telematica, entro nove mesi dalla chiusura del periodo d’imposta, quindi per le aziende il cui periodo d’imposta coincide con l’anno solare il termine è il 30 settembre; e tra le novità di quest’anno prevede l’eliminazione del quadro EC, contenente il prospetto per il riallineamento dei valori civili e fiscali, i relativi dati vanno indicati nel quadro RF; mentre nel quadro RS è stato inserito il prospetto per le società che intendono fruire delle agevolazioni fiscali previste per gli investimenti in start-up innovative (Dl n. 179/2012).

Unico Sp è per le società di persone (es: società semplici, aziende coniugali), per la dichiarazione dei redditi e dell’IVA, deve essere presentato in via telematica entro il 30 settembre e quest’anno comprende le minusvalenze superiori a 50mila euro, se derivanti da operazioni su azioni o altri titoli negoziati in mercati regolamentati italiani o esteri, e quelle sopra i 5 milioni di euro, se scaturite da cessioni di partecipazioni che costituiscono immobilizzazioni finanziarie.

L’Unico per persone fisiche vale per la dichiarazione dei redditi delle persone fisiche e viene presentato da tutti i contribuenti esclusi i lavoratori dipendenti e pensionati che dichiarano il proprio reddito attraverso il modello 730. In questo caso, deve essere presentato in via telematica entro il 30 settembre, oppure fra il 2 maggio e il 30 giugno per chi utilizza il modello cartaceo.

Fra le novità 2014, l’aumento delle detrazioni per i figli a carico; la proroga degli incentivi per le ristrutturazioni edilizie e la riqualificazione energetica; il bonus mobili; le detrazioni per gli investimenti in start up innovative; riduzione della cedolare secca dal 19 al 15% per gli affitti a canone concordato; riduzione forfetaria del canone di locazione libero ridotta dal 15 al 5%; e le nuove modalità di indicazione per la rendita da terreni e fabbricati.

Infine, Unico per enti non commerciali è il modello per la dichiarazione dei redditi e Iva degli enti pubblici e privati non commerciali. Si presenta entro nove mesi dalla chiusura del periodo d’imposta, quindi quando quest’ultimo coincide con l’anno solare entro il 30 settembre. Come novità, nel quadro RS del modello 2014 sono state inserite le spese sostenute per gli interventi su edifici destinati ad attività produttive situati nelle zone sismiche ad alta pericolosità.

Per la dichiarazione dei redditi percepiti nel 2013 c’è anche il Cud 2014, che si può ancora scaricare online. Il Cud è una certificazione di redditi di lavoro dipendente o assimilati (ad esempio i compensi di soci di cooperative o dei sacerdoti) e  di pensione corrisposti nell’anno precedente e assoggettati a tassazione che deve essere effettuata dal datore o sostituto d'imposta delle somme erogate e delle relative ritenute fiscali e viene consegnato in formato cartaceo ed elettronico purché sia stampabile e utilizzabile per i successivi adempimenti. Spesso il Cud serve per le successive dichiarazioni (modello 730 o Unico).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il