BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi: tagli reversibilità, indennità accompagnamento handicap, guerra in forse.

Ministro del Lavoro Poletti: “Nessun taglio alle pensioni superiori ai 2.500 euro e nessun aumento età pensionabil”. Saranno però colpite le pensioni di falsa invalidità




Il governo interverrà “contro gli abusi, per esempio le false pensioni di invalidità: interverremo drasticamente per tagliarle; non sono previsti tagli alle pensioni per chi incamera mensilmente più di 2.500 euro, nè è in vista alcun innalzamento dell'età pensionabile”: queste le dichiarazioni di Giuliano Poletti, ministro del Lavoro, intervenuto sulle pensioni, dopo il silenziose di queste settimane del premier Renzi.

Probabile intervento anche sulle indennità di accompagnamento per evitare le frodi, così come su quelle di guerra. Poletti sottolinea che “non ci sono interventi in programma, salvo quelli volti a impedire la concessione di false pensioni di invalidità”.

Al Tg 2 il ministro Poletti ha spiegato che per quanto riguarda le pensioni sopra i 2.500 euro “il presidente del Consiglio ha già affermato esplicitamente che non ci saranno tagli”, sull'età pensionabile non ci sono interventi in programma”. 

Il ministro ha detto poi che il decreto sui contratti a termine non aumenterà la precarietà, in quanto “già oggi il 70% degli avviamenti al lavoro avviene con contratti a termine laddove è necessario dare più opportunità e più stabilizzazione”, concludendo “I numeri ci diranno se la nostra idea è la migliore e nel caso la confermeremo, altrimenti siamo pronti a discutere e a cambiarla”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il