BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sistri 2014: novità questa settimana e il decreto sparito che non arriva

Sembrava quasi realtà il decreto volto a modificare le ultime disposizioni del Sistri ma ancora tutto tace in merito. Quando arriveranno davvero novità?




E’ ancora atteso il decreto per modifiche il Sistri ma ancora tutto tace. La novità dovrebbe toccare imprese ed enti che hanno meno di dieci dipendenti e che dovrebbero essere esentati dall’obbligo di uso del sistema di tracciabilità.

Il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti ha spiegato: “Le istanze avanzate dai piccoli produttori sono tenute nella massima considerazione. E' infatti in via di perfezionamento un decreto che assoggetta al Sistri solo imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti con più di 10 dipendenti nei settori dell'industria, artigianato, commercio e servizi”.

Il nuovo decreto sarebbe volto a semplificare gli adempimenti per le piccole imprese senza andare a compromettere l’obiettivo primario di combattere le ecomafie. Attualmente, infatti, anche piccoli artigiani e imprese sono obbligati alla registrazione Sistri ma stanno incontrando diversi problemi di gestione.

Con il nuovo decreto verrebbero assoggettati solo enti produttori iniziali di rifiuti e imprese con più di 10 dipendenti nei settori Industria, Artigianato, Commercio e Servizi. Si pensava che il nuovo decreto destinato a semplificare il Sistri fosse quasi realtà ma il Consiglio dei Ministri in cui dovrebbe essere discusso non è ancora in programma, visti gli impegni europei di Renzi e tutto naviga ancora in alto mare.

Di certo, però, l’obiettivo è quello di rendere il Sistri un mezzo meno complicato da gestire per le imprese e risolutivo per limitare i reati connessi al business dei rifiuti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il