BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità e vecchiaia Governo Renzi: il punto della settimana

Raggiungere la pensione di vecchiaia e anzianità con regole previgenti le norme Fornero: il ministro Poletti apre a uscita flessibile. Possibili cambiamenti




Andare in pensione di vecchiaia e anzianità con le norme previgenti l’entrata in vigore della legge Fornero: dopo il silenzio del premier Letta, è il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ad aprire alla possibilità di una pensione anticipata per alcune categorie di lavoratori o persone, su base volontaria.

Il nuovo ministro del Lavoro sembra, dunque, disposto a piani di uscita anticipata dal lavoro, ma in maniera graduale. Intervistato qualche giorno fa dal Tg2, Poletti sulle modifiche alle pensioni ha detto: no a nuovi tagli e all'innalzamento dell'età pensionabile, sì ad interventi contro gli sprechi delle false pensioni di invalidità, ed ha affermato che il primo intervento sarà “contro gli abusi, in primo luogo le false pensioni di invalidità: interverremo drasticamente per tagliarle”; poi ha precisato che non sono previsti innalzamenti dell'età pensionabile; e per le pensioni sopra i 2500 euro “il presidente del Consiglio ha già affermato esplicitamente che non ci saranno tagli”.

Delusione, invece, per quanti attendevano nuovi annunci e possibili modifiche pensate ad hoc per lavoratori precoci ed usuranti ma soprattutto per esodati. Resta ancora da attendere, dunque, per capire quali potranno essere gli interventi in merito.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il