BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma Pubblica Amministrazione: mobilità obbligatoria, taglio stipendi, prepensionamenti

Prepensionamenti per i lavoratori pubblici, sostegno all’occupazione giovanile, sana mobilità obbligatoria, nuovi tetti agli stipendi dei manager: la ricetta Madia di rinnovamento della P.A.




Qualcosa potrebbe iniziare a muoversi nel mondo delle riforme annunciate dal governo Renzi: dopo aver illustrato piano lavoro e piano casa, tocca ora alla riforma della Pubblica Amministrazione. L’obiettivo del governo è ‘rinnovare’ la Pubblica Amministrazione per aiutare l'occupazione giovanile.

E questa è l'idea di partenza del nuovo piano del ministro della Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, che rivolgendosi ai sindacati sulla riforma del settore, ha detto: “Non è detto che ci saranno dei tavoli, perché abbiamo tempi molto stretti. Può anche darsi, ma non per forza. Abbiamo chiesto ai sindacati proposte oltre il piano Cottarelli”.

Il ministro spiega come ai sindacati viene chiesto aiuto 'a trovare risorse per la P.A., in particolare, ha sottolineato, “a me sta a cuore mettere risorse sull'entrata di nuove energie, di ragazzi e ragazze che da troppo tempo non riescono ad entrate in modo sano nella Pubblica Amministrazione”.

Intervenendo a margine del convegno 'I manager pubblici che vogliamo', ha detto: “Mi auguro che i sindacati siano i primi a collaborare con noi” e ha spiegato “Se si parla di 85 mila esuberi nella P.A., si utilizza un numero e una terminologia assolutamente sbagliati e distorti anche rispetto al piano Cottarelli.

L'idea sarà quella di provare ad avere uscite, anche con prepensionamenti per aiutare i giovani ad entrare nella P.A. Io penso ad una sana mobilità obbligatoria, laddove il rispetto è quello del diritto del lavoratore, laddove non ci siano degli ostacoli burocratici”.

La riforma della Pubblica Amministrazione passa anche attraverso i tetti agli stipendi dei manager: la Madia ha spiegato che oggi “il tetto agli stipendi nella P.A. è tarato sul primo presidente di Corte di Cassazione. Ho già fatto una circolare dove, tra l'altro, esplicito che in questo tetto, facendo riferimento ad una norma del governo Letta, debbano essere cumulati anche tutti i trattamenti pensionistici, compresi i vitalizi”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il