Mutui Marzo-Aprile 2014: tassi variabili più bassi ancora e nuove offerte migliori nel nuovo mese

Continua la convenienza del mutuo a tasso variabile agganciato ai tassi Euribor oggi decisamente basso: le migliori offerte e cosa propongono

Mutui Marzo-Aprile 2014: tassi variabili


Dopo un miglioramento per i tassi di marzo, i mutui dovrebbero essere ancor più convenienti nell’ormai prossimo mese di aprile, soprattutto considerando lo spread tra btp e bund in ribasso, nuovi tagli o comunque agevolazioni tassi previsti per giovedì prossimo da Bce e nuove offerte che le banche dovrebbe lanciare.

Nella scelta tra il mutuo a tasso fisso e il mutuo a tasso variabile, la tipologia più conveniente nel mese di marzo 2014, e prevedibilmente nel prossimo aprile, e ben oltre anche, resta il variabile, agganciato ai tassi Euribor che in questo periodo sono su livelli molto bassi. Tra i mutui a tasso variabile più convenienti di questo periodo spiccano le offerte del mutuo Webank, con TAEG al 2,96%, IWBAnk al 3%; BNL al 3,02%, Intesa San Paolo con TAEG al 3,03% e Unicredit con tasso annuo effettivo globale al 3,03%. In particolare quest’ultimo mutuo è in offerta speciale fino al mese di maggio 2014.

L'istituto ha infatti lanciato l’edizione speciale del Mutuo valore Italia a tasso variabile, prodotto che prevede uno spread 2,25% ottimo nel mercato dei prodotti mutuo di oggi, pensato soprattutto per finanziamenti che coprano al massimo il 50% del  valore della casa.

Se l’importo di mutuo richiesto è superiore, però,  gli spread saranno stabiliti in base allo scoring della clientela secondo i requisiti di affidabilità creditizie richieste. Il prodotto offre al Cliente la facoltà di richiedere, dopo i primi 24 mesi dalla data di erogazione, lo switch, variazione del tasso del mutuo tramite l’esercizio di un passaggio a tasso fisso per una durata di 2 o 5 anni.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il