BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Btp Italia 2014 Aprile: tutto quello occorre sapere e conoscere

Parte il 14 aprile la sesta emissione del Btp Italia: caratteristiche e condizioni. La novità è che la nuova emissione avrà durata sei anni e non più quattro come le precedenti




E’ fissata al 14 aprile la partenza della sesta emissione del Btp Italia, la prima di questo anno 2014. Il Btp Italia è un titolo di Stato indicizzato all'inflazione italiana, pensato soprattutto per le esigenze del mercato retail. La prossima emissione avverrà dal 14 al 17 aprile 2014 compresi salvo chiusura anticipata e sarà articolata in due fasi: la prima fase, dal 14 al 16 aprile, riservata agli investitori retail, la seconda fase riservata agli investitori istituzionali il giorno 17 aprile.

Per la prima fase, il MEF si riserva la facoltà di chiudere anticipatamente il collocamento garantendo comunque all’investitore retail un minimo di due giornate per la sottoscrizione del titolo ovvero il 14 e il 15 aprile; per la seconda fase, il MEF si riserva la possibilità di chiudere anticipatamente il collocamento prima del termine naturale della giornata di negoziazione, dando un preavviso di 30 minuti.

Il Btp Italia fornisce all'investitore una protezione contro l'aumento del livello dei prezzi italiani, con cedole che offrono un tasso reale annuo minimo garantito, pagate semestralmente insieme con la rivalutazione del capitale per l’inflazione del semestre.

Il taglio minimo che si può sottoscrivere è di 1.000 euro o multipli e si possono sottoscrivere direttamente online attraverso qualsiasi sistema di home-banking dove è attiva la funzione di trading, o, come per tutti gli altri titoli di Stato, ci si può rivolgere allo sportello della banca o presso l'Ufficio di Poste Italiane in cui si detiene un conto titoli.

La novità di questa sesta emissione del Btp Italia è la durata: rispetto ai 4 anni delle emissioni precedenti, questa ha durata di sei anni. Ma come le scorse emissioni, è previsto un premio Fedeltà per chi acquista il Btp all'emissione e conserva il titolo fino a scadenza. Il tasso fisso di rendimento minimo garantito verrà comunicato al pubblico a ridosso dei giorni di collocamento dal Ministero dell'economia e delle Finanze.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il