BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: novità questa settimana aggiornate. Facciamo il punto

Cesare Damiano presenta Testo unico e ora tocca al governo Renzi sciogliere il nodo esodati, sempre più un'urgenza sociale. Quali potrebbero essere i possibili interventi in merito?




Continua a suscitare polemiche e discussioni il nodo esodati, quei lavoratori che con l’avvento delle norme pensionistiche dell’ministro Fornero si sono ritrovati senza stipendio e senza assegno pensione, oggi un esercito di migliaia di persone che ormai rappresentano sempre più un’emergenza sociale, nonostante i decreti di salvaguardia dei precedenti governi Monti e Letta. Il premier Renzi, a parte rassicurazioni iniziali sulla necessità di risolvere questa situazione, non è più intervenuto in merito, ma qualche giorno fa il presidente della Commissione Lavoro, Cesare Damiano, ha presentato il testo unico di Legge redatto da tutti i partiti.

“Per i lavoratori rimasti senza reddito a seguito della legge Fornero, i cosiddetti esodati, la Commissione Lavoro della Camera ha redatto un testo unificato concordato da tutti i partiti. La Presidente Laura Boldrini ha sollecitato una sua calendarizzazione: noi siamo pronti. Vorremmo sottoporre nei prossimi giorni il testo di legge alla valutazione del neo ministro del Lavoro, Giuliano Poletti.

Tra gli interventi sociali che il governo ha annunciato, quello sugli esodati rappresenta sicuramente una priorità. Del resto lo stesso presidente Renzi ha promesso, in varie occasioni, di voler risolvere il problema. Anche in questo caso si tratterà di individuare, d’intesa con il Governo, le giuste coperture finanziarie.

Alcuni osservatori hanno valutato che la somma degli interventi economico-sociali previsti a breve dall’Esecutivo si aggirerebbe intorno agli 80 miliardi di euro. Nell’ambito di questa ingente risorsa non dovrebbe essere difficile trovare le coperture finanziarie da destinare alla priorità sociale degli esodati”.

E le dichiarazioni del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, di qualche giorno fa fanno pensare che possano arrivare davvero eventuali interventi del governo. Il ministro ha infatti detto: “Il governo è al lavoro per trovare una soluzione finale e definitiva sul caso esodati”, precisando che “fino a fine anno le coperture finanziarie ci sono”.

Secondo Poletti, “ci sono discussioni e verifiche in corso. La volontà è quella di cercare una soluzione che affronti il problema nella sua integralità”. Probabilmente una prima risposta alla questione esodati potrebbe arrivare se venisse effettivamente messo in atto il piano di prepensionamento del ministro della Funzione Pubblica, Marianna Madia, che sosterebbe l’uscita anticipata di alcuni lavoratori per favorire, dall’altra parte, l’accesso al mondo occupazionale dei più giovani. Ma resta da risolvere, ancora, il problema delle coperture necessarie che, secondo il ministero dell’Economia, non ci sono.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il