BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia e anzianità Governo Renzi: il punto aggiornato della settimana

Uscita anticipata e flessibile: chi può riceverla secondo il piano del ministro Madia, ma amncano coperture. Situazione e dibattito




Mentre si parla ancora di possibile uscita flessibile e anticipata di vecchiaia per determinate categorie di lavoratori o, come proposto dal ministro della Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, di prepensionamenti per 85mila dipendenti pubblici, piano pensato per sostenere l’ingresso dei più giovani nel mondo occupazione, sono ancora diverse le questioni pensioni aperte che suscitano ancora polemiche. Resta da capire quale sarà il futuro di esodati, precoci e usuranti e per chi sarà possibile andare in pensione anticipata.

Secondo Cesare Damiano, presidente della commissione lavoro della Camera, tornato sul tema pensioni: “il tema della previdenza si gestisce in modo unitario tra dipendenti pubblici e privati. Riproporre adesso una differente modalità che con fatica abbiamo superato tanto tempo fa unificando i trattamenti, è semplicemente anacronistico, controproducente e socialmente iniquo”.

Inoltre, “Se, come giustamente dice Renzi, dobbiamo dare una svolta in Europa anche innalzando la percentuale del deficit, si ricavi in questa manovra una quota di risorse per affrontare finalmente il problema delle pensioni”.

In realtà, tutto è ancora da definire e mentre c'è chi chiede di andare in pensione di anzianità e vecchiaia con i requisiti previgenti le nuove norme Fornero, c'è chi appoggia questa possibilità ma solo circoscritta ad alcuni lavoratori e su base volontaria. La strada per arrivare ad una conclusione soddisfacente sembra però ancora molto lunga.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il