BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2014: spese inseribili come spesem detrazioni e documenti necessari

Le spese che si possono detrarre nel modello 730 2014 e documenti necessari per detrazioni e compilazione. Quali sono e cosa serve




Scontrini fiscali, fatture o ricevute di pagamenti tracciabili effettuati: questi i documenti necessari che dovranno essere presentati insieme al Cud, ove necessario, per la compilazione del modello 730 2014. Sono questi, infatti, i documenti che permettono di richiedere le detrazioni. I documenti da allegare in fase di consegna sono, dunque, il Cud 2014 e scontrini fiscali relativi ai beni e ai servizi per i quali si richiedono le detrazioni, fatture e ricevute. I servizi sono spesso spese mediche, quelli dell’affitto di immobili (dove sono previste detrazioni al 730 2014) e RCA.

Infine, in caso di eccedenza sulle imposte è necessario allegare al modello l’ultima dichiarazione dei redditi. Per quanto riguarda le spese sanitarie e mediche, quelle che danno diritto alla detrazione Irpef si indicano al rigo E1 ‘spese sanitarie’ del Quadro E, trascrivendo l’importo totale.

La detrazione del 19% è calcolata sulla parte eccedente l’importo di 129,11 euro. Le pese sanitarie detraibili sono: analisi, indagini radioscopiche, ricerche e applicazioni; spese per trapianto di organi; acquisto di medicinali; acquisto o affitto di protesi sanitarie e di dispositivi medici (es.: apparecchio per aerosol o misurazione pressione sanguigna) purché da scontrino o fattura risulti il soggetto che sostiene la spesa e la descrizione del dispositivo medico contrassegnato da marcatura CE; ticket per spese sostenute tramite Servizio Sanitario Nazionale; assistenza infermieristica e riabilitativa (es.: fisioterapia, laserterapia…); ricoveri collegati a operazioni chirurgiche o degenze; in caso di anziani in istituto la detrazione non spetta per la retta ma solo per le spese mediche, indicate separatamente nella documentazione; prestazioni di medico generico (comprese visite e cure di medicina omeopatica), specialistiche, chirurgiche, rese da personale di coordinamento di attività assistenziali di nucleo, da personale con qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale esclusivamente dedicato all’assistenza diretta della persona, da personale qualificato addetto ad attività di animazione e/o di terapia occupazionale, da personale la qualifica di educatore professionale.

La detrazione Irpef al 19% spetta solo se è certificata dal cosiddetto scontrino parlante (scontrino o ricevuta fiscale) in cui devono essere indicati: natura e quantità dei medicinali acquistati, codice alfanumerico sulla confezione di ogni medicinale, e codice fiscale del destinatario dei medicinali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il