BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dichiarazione dei redditi 2014: chi, quando, come deve fare e chi è esentato

A disposizione dei contribuenti modello 730, 770 e Unico, disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate per dichiarazione dei redditi 2014. Differenze e a chi servono




Si avvicinano i primi tempi per le dichiarazioni dei redditi 2014 relative ai redditi percepiti nel 2013. A disposizione dei contribuenti modello 730, 770 e Unico, disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate. I contribuenti compileranno uno di questi modelli a seconda dell’attività lavorativa che svolgono.

Il modello 730 deve essere presentato da lavoratori dipendenti e pensionati; persone che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente (es. integrazioni salariali, indennità di mobilità); soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca; sacerdoti della Chiesa cattolica; giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive (consiglieri regionali, provinciali, comunali, ecc.); persone impegnate in lavori socialmente utili; lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato per un periodo inferiore all’anno.

Possono presentare il modello 730 anche i contribuenti senza sostituto d’imposta. . Il 730 2014 prevede nuove detrazioni fiscali: sale l’importo delle detrazioni per figli a carico da 800 a 950 euro per ciascun figlio di età pari o superiore a tre anni; da 900 a 1.220 euro per ciascun figlio di età inferiore a tre anni. Inoltre, è elevato da 220 a 400 euro l’importo aggiuntivo della detrazione per ogni figlio disabile; viene prorogata la detrazione del 50% per interventi di ristrutturazione edilizia (sezioni III-A e III-B del quadro E); previsti poi bonus mobili, bonus energia, che si attesta al 55% fino al 6 giugno 2013, al 65% per le spese di riqualificazione energetica successive a tale data (sezione IV del quadro E).

Previste anche detrazione del 19% per le erogazioni liberali in denaro in favore del Fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato (righi da E8 a E12, codice 35); per spese mediche, sanitarie e farmaceutiche. I termini per la consegna del 730 sono fissati al 30 aprile al sostituto d’imposta, e al 31 maggio a Caf e professionisti abilitati. Il modello Unico deve essere invece presentato da lavoratori autonomi, professionisti, titolari di Partita Iva, deve essere presentato in via telematica entro il 30 settembre, oppure fra il 2 maggio e il 30 giugno per chi utilizza il modello cartaceo.

Per l’Unico Società di Capitali e per quelle società o enti il cui esercizio coincide con l’anno solare la scadenza è fissata per il 30 settembre. Tutti coloro che seguono la procedura cartacea di presentazione hanno tempo dal 2 maggio al 30 giugno per recarsi presso un qualsiasi Ufficio Postale.

In particolare, i soggetti che hanno l’obbligo di presentare Unico sono i contribuenti che nell’anno precedente oggetto di dichiarazione hanno posseduto redditi d’impresa, redditi di lavoro autonomo per i quali è richiesta la partita Iva, redditi diversi non compresi fra quelli dichiarabili con il modello 730; nell’anno precedente e/o in quello di presentazione della dichiarazione non risultano residenti in Italia; nell’anno di presentazione della dichiarazione hanno percepito redditi di lavoro dipendente erogati solo da datori di lavoro non obbligati ad effettuare le ritenute d’acconto; devono presentare anche una delle dichiarazioni Iva, Irap, Modello 770 ordinario e semplificato; devono presentare la dichiarazione per conto di deceduti; lavoratori con contratto a tempo indeterminato, il cui rapporto di lavoro è cessato al momento della presentazione della dichiarazione.

Per la dichiarazione dei redditi percepiti nel 2013 c’è anche il Cud 2014, una certificazione di redditi di lavoro dipendente o assimilati (ad esempio i compensi di soci di cooperative o dei sacerdoti) e  di pensione corrisposti nell’anno precedente e assoggettati a tassazione che deve essere effettuata dal datore o sostituto d'imposta delle somme erogate e delle relative ritenute fiscali e viene consegnato in formato cartaceo ed elettronico purché sia stampabile e utilizzabile per i successivi adempimenti.

Spesso il Cud serve per le successive dichiarazioni (modello 730 o Unico). Il modello 770 2014 deve essere, invece, compilato per la dichiarazione utilizzata dai sostituti d'imposta per la comunicazione telematica all'Agenzia delle Entrate dei dati fiscali relativi alle ritenute operate nell'anno 2013 e agli altri dati assicurativi e contributivi richiesti. La scadenza è fissata al 31 luglio 2014.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il