BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui Aprile 2014 variabili e fisso migliori. Tassi, condizioni, durata. Confronto offerte

Torna a muoversi il mercato immobiliare e dei mutui: previsioni rosee per il mese di aprile. Quali sono le migliori e più convenienti offerte di questo mese




Se già da qualche settimana qualcosa sembra muoversi sul mercato immobiliare, tanto che tornano a crescere, seppur leggermente, le richieste di mutui, questo mese la lieve ripresa sembra confermata. Lo spread fra Btp e Bund scende e nel primo trimestre del 2014 si è registrato un incremento all'accesso ai prestiti bancari, sia per l'acquisto di case che per ristrutturazioni.

E le previsioni per il mese di aprile sembrano abbastanza rosee, con un +10% dell'erogazione dei mutui. E la convenienza sembra ancora essere dalla parte dei mutui a tasso variabile, considerando l’Euribor ai minimi. Ma ci sono anche coloro che continuano a preferire i mutui a tasso fisso, che fanno dormire sonni tranquilli, perché non soggetti ad eventuali oscillazione di mercato.

Per fare qualche esempio di offerte migliori e convenienti per questo mese, considerando una richiesta fatta a Milano da un impiegato di 35 anni per un mutuo di importo pari a 100 mila euro a 20 anni, per un immobile del valore di 200 mila euro, la migliore offerta sui mutui a tasso variabile è risultata quella proposta da Unicredit che offre il tasso pari al 2,57% e un Taeg del 2,78% (comprendendo gli interessi più tutte le spese).

La rata mensile, quindi, per un mutuo di 100 mila euro, è di 533 euro. A seguire troviamo l’offerta Webank, che propone il 2,82% di tasso variabile ed un Taeg del 2,88% e rata mensile di 546 euro; e quelle di Banca Sella, che ha la stessa rata mensile di WeBank ma con Taeg più alto, 2,90%; e di Deutsche Bank che offre un tasso variabile del 2,71% e Taeg al 2,90%, per una rata mensile di 540 euro.

Per quanto riguarda le migliori offerte a tasso fisso, spicca quella di Webank con il 4,80% di tasso fisso e 4,93% di Taeg e rata mensile di 649 euro; seguita da quella del Gruppo Banco Popolare con 646 euro e un tasso fisso del 4,75% (è il Taeg ad incidere del 5,17%).

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il