BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2014: chi, quando, come, entro quando deve presentare dichiarazione redditi o chi è esentato

Lavoratori dipendenti e pensionati pronti alla presentazione del modello 730 2014: termini scadenza fissati al 30 aprile o 31 maggio. Come fare




Sono i lavoratori dipendenti e i pensionati, contribuenti che percepiscono indennità che sostituiscono il reddito da lavoro dipendente, lavoratori soci di cooperative che si occupano di servizi, di agricoltura e della prima trasformazione dei prodotti della terra e derivanti da piccola pesca, sacerdoti della Chiesa cattolica, giudici costituzionali, i parlamentari e tutti coloro che sono titolari di cariche pubbliche mediante elezioni (rientrano, allora, tutti i consiglieri regionali, provinciali e comunali, etc.), contribuenti che si trovano impegnati nei lavori socialmente utili, produttori agricoli esonerati dal presentare la dichiarazione riguardanti i sostituti d'imposta, Irap e Iva, coloro tenuti a presentare il modello 730 2014 per la dichiarazione dei redditi.

Quest’anno il modello 730 può essere presentato anche senza sostituto d’imposta, da chi, cioè ha percepito redditi di lavoro dipendente, redditi di pensione o redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (escluse le indennità percepite dai membri del Parlamento europeo), ma non ha un sostituto d’imposta che possa eseguire le operazioni di conguaglio.

Questi contribuenti quest’anno possono presentare il modello ad un Caf op ad un professionista abilitato barrando nel riquadro ‘Dati del sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio’ la nuova casella ‘Mod. 730 dipendenti senza sostituto’. Il modello 730 deve essere presentato dai contribuenti entro il 30 aprile 2014 al proprio datore di lavoro o ente pensionistico; o entro il 31 maggio 2014 presso un qualsiasi centro Caf il modello 730 2014 per la dichiarazione dei redditi relativi al 2013.

La novità 2014 del modello 730 riguarda il ricco capitolo di detrazioni previste che comprendono: le detrazioni fiscali Irpef del 19% per spese mediche per cui sarà necessario presentare gli scontrini parlanti e in questo caso le detrazioni si applicano soltanto per le spese che eccedono il limite di euro 129,11; le detrazioni fiscali Irpef per la dichiarazione dei redditi 2014 riguardanti le spese per colf e badanti che non possono superare i 1.549, 37 euro.

Previste detrazioni fiscali per le spese relative al bonus mobili e elettrodomestici sono del 50%, il tetto massimo di spesa è stato posizionato a 10.000 euro; le detrazioni fiscali Irpef per la dichiarazione dei redditi 2014 riguardanti le spese per palestre e piscine che sono sempre del 19%, e riguardano solo i componenti del nucleo familiare compresi tra i 5 e i 18 anni; le detrazioni fiscali Irpef del 19% per le spese funebri che eccedono la soglia è di 1.549,37 euro; le detrazioni fiscali Irpef del 19% per gli studenti fuorisede che abitano a una distanza maggiore di 100 chilometri, per cui il tetto massimo delle detrazioni è fissato a 2.633 euro. Previste anche detrazioni Irpef riguardanti le spese per le ristrutturazioni edilizie e per i figli a carico.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il