BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2014, Unico, Unico Mini: chi, quando, come deve fare dichiarazione redditi.Detrazioni possibili

I modelli necessari per presentare dichiarazioni dei redditi: quali sono, differenze per contribuenti e come si compilano. Le date di scadenza




Modello 730 2014, Unico e Unico Mini: sono questi i modelli che servono ai contribuenti che presto dovranno presentare la dichiarazione dei redditi percepiti nel 2013. Il modello è diverso per ogni contribuente in base all’attività che svolge. Per esempio, lavoratori autonomi,  liberi professionisti, titolari di Partita Iva devono presentare il modello Unico 2014.

Le date di scadenza da ricordare sono il 2 maggio al 30 giugno 2014 per la presentazione in formato cartaceo presso gli uffici postali, e il 30 settembre 2014 per la presentazione per via telematica. Coloro obbligati a consegnare questo modello sono i contribuenti che nell’anno precedente oggetto di dichiarazione hanno posseduto redditi d’impresa, redditi di lavoro autonomo per i quali è richiesta la partita Iva, redditi diversi non compresi fra quelli dichiarabili con il modello 730; nell’anno precedente e/o in quello di presentazione della dichiarazione non risultano residenti in Italia; nell’anno di presentazione della dichiarazione hanno percepito redditi di lavoro dipendente erogati solo da datori di lavoro non obbligati ad effettuare le ritenute d’acconto. Il modello Unico 2014 si può presentare per via telematica, consegnandola personalmente in qualsiasi ufficio o avvalendosi dei servizi online messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Per tutti i contribuenti, Unico 2014 va presentato entro 9 mesi dalla chiusura del periodo di imposta. I pagamenti per chi presenta il modello Unico, partiranno dal prossimo 16 luglio, e si ripeteranno il 16 di ogni mese, fino al versamento degli acconti di dicembre. chiamati tutti coloro che hanno percepito redditi nel 2013.

Disponibile anche il modello Unico Mini, in versione semplificata, che può essere presentato dai contribuenti italiani, non titolari di partita Iva, che hanno percepito uno o più forme di reddito previste dalla legge.

C’è poi il modello 730: devono presentare questo modello lavoratori dipendenti e pensionati; soggetti che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente, come il trattamento di integrazione salariale o l’indennità di mobilità; soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca; sacerdoti della Chiesa cattolica; giudici costituzionali, parlamentari nazionali, i titolari di altre cariche pubbliche elettive, quali i consiglieri regionali, provinciali, comunali.

In questo casono sono tre le date da ricordare 30 aprile 2014, che è la data ultima per la consegna del 730 2014 al sostituto di imposta; il 31 maggio 2014, data ultima per la consegna del 730 2014 al CAF o altro intermediario; e il 30 giugno 2014, data per la trasmissione del 730 2014 da parte del sostituto o del CAF.

Il modello 730 deve essere consegnato con alcuni documenti necessari come il Cud, certificazione unica da lavoro, rilasciato dal datore di lavoro o dall'ente pensionistico e le altre certificazioni di ritenute; le certificazioni fiscali delle spese sostenute nel 2013 che possano essere deducibili o detraibili; e i documenti che attestino il saldo degli acconti d’imposta operato dal contribuente in via autonoma.

Il modello 730 permette infatti di richiedere detrazioni per spese mediche, farmaceutiche e sanitarie; per i figli a carico; per persone disabili a carico; per versamenti alle Onlus e l’otto per mille; nonché per le spese di ristrutturazione energetiche delle proprie abitazioni se rientranti nei nuovi bonus.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il