BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità e vecchiaia Governo Renzi: il punto della situazione aggiornato della settimana

Continuano ad arrivare richieste di cambiamento per le pensioni, ma il ministro Poletti non sembra avere programmi in merito. Necessarie nuove modifiche




Le richieste continuano ad essere a favore di un’uscita anticipata dal lavoro per le pensioni di vecchiaia e anzianità, soprattutto per coloro che sono impossibilitati a rimanere a lavoro fino alla soglia dei 66 anni attualmente fissata e rispettando i requisiti vigenti. Ma tutto sembra ancora tacere per interventi concreti di cambiamento del sistema previdenziale e le parole del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, che ha dichiarato che all’orizzonte non vi è l’appuntamento per riaprire il cantiere sulle pensioni, fanno temere.

Si schiera contro queste posizioni, il ministro della Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, che continua a ribadire l’urgenza e la necessità di mettere in atto il suo piano di prepensionamento per i dipendenti pubblici.

Si tratterebbe di un’opzione decisamente positiva che soddisfarebbe da una parte coloro che volgiono lasciare prima il lavoro, e dall’altra i giovani in cerca di occupazione. La situazione è ancora decisamente confusa.

E in questa confusione si inserisce anche (e forse paradossalmente) l’ex ministro del Lavoro Elsa Fornero che con la sua legge ha dato vita a non pochi problemi, alcuni dei quali decisamente gravi, come quelli di esodati e Quota 96, e che, rivolgendo al piano prepensionamenti, ha detto: “Alla Madia suggerisco di essere abbastanza attenta, i dipendenti privati farebbero bene ad arrabbiarsi perché non possono essere sempre solo loro a pagare”.

Per Cesare Damiano, attuale presidente della Commissione Lavoro alla Camera, manca il “coordinamento del neo-governo Renzi. Serve che il governo si coordini al suo interno, almeno questo deve valere per i ministri Madia, Giannini e Poletti, che hanno tutti competenze sull'argomento e mi pare anche che abbiano posizioni divergenti. Nonostante le polemiche, è arrivato comunque il momento di intervenire sul sistema previdenziale, ripristinando una maggiore flessibilità per l'accesso alla pensione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il