BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni usuranti e precoci Governo Renzi: Consiglio dei Ministri e Def 2014

Il premier Renzi presenta oggi in Consiglio dei Ministro il Def: ci saranno interventi sulle pensioni? Poche le speranze. Precoci e usuranti aspetteranno fino alle elezioni europee




Sono ormai mesi che i governi, da quello Letta a quello nuovo di Renzi, tacciono sulle pensioni. Sono mesi che lavoratori, sindacati, forze politiche chiedono interventi per modificare l’attuale sistema pensionistico, definito dell’ex ministro Elsa Fornero, che ha creato problemi, caos e ingiustizie sociali. Finora si sono susseguite solo parole e promesse, nessuna risposta concreta, nessun cambiamento reale.

Ora l’attesa è per la presentazione del Def, il Documento di Economia e Finanza, il principale strumento della programmazione economico-finanziaria del nostro Paese, proposto dal governo e approvato dal Parlamento, che deve indicare la strategia economica e di finanza pubblica nel medio termine. Ed oggi che il Def sarà presentato in Consiglio dei Ministri probabilmente scopriremo nuovi interventi in merito.

Anche se per molti sarà difficile ci siano. Inoltre, se, per esempio, lavoratori precoci e usuranti attendono risposte sulla possibilità di lasciare il lavoro prima, tramite un sistema di uscita flessibile, come proposto dal presidente della Commissione Lavoro,  Cesare Damiano, o sperando nel piano prepensionamenti proposto dal ministro Madia, gli unici interventi che in realtà potrebbero arrivare oggi riguardano il possibile contributo di solidarietà che premier Renzi ha chiarito non toccherà le pensioni inferiori ai 3.000 euro. Probabile anche un blocco delle rivalutazioni. La prossima data decisiva sarà il 14 aprile ma forse bisognerà aspettare maggio dopo le elezioni europee per assistere a cambiamenti reali.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il