Indulto e Amnistia: intervento in Senato Ministro Orlando. Novità e ultime notizie aggiornate

“Non si possono escludere indulto e amnistia per risolvere il problema del sovraffollamento carcerario”: così il ministro Orlando. Discussione il prossimo 23 aprile

Indulto e Amnistia: intervento in Senato


Si avvicina la discussione sulle questioni tanto dibattute di indulto e amnistia: il prossimo 23 aprile, infatti, il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, in commissione Giustizia al Senato della Repubblica illustrerà le linee programmatiche sulla giustizia.

Considerando, infatti,  la scadenza del 28 maggio imposta dall’Europa per riferire di novità in merito alla situazione e alle condizioni di vita nelle carceri italiane, “direi che Amnistia e Indulto non possono essere escluse” ha detto il ministro Orlando.

Il ministro della Giustizia, già qualche tempo fa, ha precisato che “si tratterebbe di una sconfitta, ma nulla può essere scartato dato che l’Italia rischia di dover pagare 100 milioni di euro all’anno alle persone detenute in condizioni di sovraffollamento carcerario”, questo il motivo per cui le due misure saranno prese in considerazione, insieme magari ad programma di indennizzi economici e sconti di pena per i detenuti.

Si parla, infatti, di 10 o 20 euro da erogare agli stessi carcerati per ogni giorno di detenzione in condizioni non rispettose dei dettami imposti dall’Europa (lo spazio vitale è fissato a 3 metri quadrati, in Italia in molti penitenziari ci si ferma a 2) e di sconti di pena nella misura massima del 20% sul totale decretato in sede di condanna, misura questa da attuarsi per coloro i quali si trovino ancora in regime di detenzione.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il