BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Btp Italia Aprile 2014: nuova emissione. Rendimento, cedole, durata, calcolo. Differenze precedenti

Si terrà da domani 14 al 17 aprile, salvo chiusura anticipata, la prima emissione del Btp Italia del 2014: come funziona e come si acquista




La nuova immissione del Btp Italia si terrà da domani, lunedì 14 aprile, e fino al 17 aprile. La sua durata sarà di sei anni anzichè quattro come nelle passate emissioni, e il collocamento in due fasi: dal 14 al 16 aprile riservato ai clienti retail e il 17 aprile agli investitori istituzionali, ma il Tesoro si riserva la possibilità di chiudere anticipatamente l'offerta.
 
Per la prima fase dedicata ai risparmiatori individuali retail, può comunicare entro le ore 13 del secondo giorno (15 aprile) il termine dell'offerta alla chiusura delle negoziazioni nel giorno stesso (17), garantendo quindi a tali investitori una durata minima del collocamento di almeno due giorni su tre; mentre per la seconda fase dedicata agli istituzionali, il Tesoro può decidere di chiudere anticipatamente il collocamento durante la giornata del 17 aprile, prima della chiusura naturale delle negoziazioni, con un preavviso di 30 minuti.

I Btp Italia potranno essere sottoscritti direttamente attraverso la propria home banking, purché siaattiva la funzione trading, grazie all’accordo stipulato tra il Tesoro e Borsa Italiana e il gruppo London Stock Exchange Group metterà a disposizione la propria piattaforma digitale per l’acquisto dei Btp Italia, o presso sportelli bancari o uffici postali.

Il titolo garantirà cedole semestrali indicizzate al Foi (ex tabacco) a cui si aggiunge il pagamento del recupero dell'inflazione maturata nel semestre e premio fedeltà per chi acquista all'emissione durante la prima fase della distribuzione e conserva il titolo fino a scadenza.

La convenienza dell’acquisto di questo titolo sta nel fatto che è legato all’inflazione italiana e che se essa sale aumenta anche il suo rendimento. Per la sesta emissione del Btp Italia il tasso cedolare annuo minimo garantito è dell'1,65%, secondo quanto comunicato venerdì dal Tesoro, che ha sottolineato che l'emissione, con scadenza al 23 aprile 2020, sarà realizzata ‘mediante la raccolta di ordini d'acquisto degli investitori sul Mot (mercato telematico di Borsa Italiana) attraverso Banca Imi e Unicredit dal 14 al 17 aprile, salvo chiusura anticipata. Il tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito è quindi pari a 1,65%, mentre il tasso cedolare (reale) annuo definitivo sarà fissato al termine del periodo di raccolta degli ordini e non potrà essere inferiore al tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il