BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Affitto casa 2014: calcolo online cedolare secca 10%. Conviene o meno canone concordato

Come funziona e cosa prevede il regime a canone concordato della cedolare secca: chi può usufruirne e come. Quanto e come pagare




E’ un regime di locazione facoltativo che prevede il pagamento di un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali (per la parte derivante dal reddito dell’immobile): è la cedolare secca, non prevede nemmeno il pagamento dell’imposta di registro e dell’imposta di bollo, solitamente dovute per registrazioni, risoluzioni e proroghe dei contratti di locazione. Optare per la cedolare secca significa rinunciare alla possibilità di chiedere, per tutta la durata dell’opzione, l’aggiornamento del canone di locazione, anche se è previsto nel contratto, inclusa la variazione accertata dall’Istat dell’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati dell’anno precedente.

Chi volesse optare per la cedolare secca, può farlo sia al momento della registrazione del contratto sia (per gli affitti pluriennali) negli anni successivi. Possono scegliere la cedolare secca le persone fisiche titolari del diritto di proprietà o del diritto reale di godimento (per esempio, usufrutto), che non locano l’immobile nell’esercizio di attività di impresa o di arti e professioni e il regime vale per unità immobiliari appartenenti alle categorie catastali da A1 a A11 (esclusa l’A10 - uffici o studi privati) locate a uso abitativo e per le relative pertinenze.

La scelta della cedolare secca comporta l’applicazione delle regole pertinenti tale regime per l’intero periodo di durata del contratto, ma il locatore può decidere di revocare l’opzione in ciascuna annualità contrattuale successiva a quella in cui è stata esercitata. La revoca deve essere effettuata entro 30 giorni dalla scadenza dell’annualità precedente e comporta il versamento dell’imposta di registro, eventualmente dovuta.

La cedolare secca si calcola applicando un’aliquota del 10% sul canone di locazione annuo stabilito dalle parti. Per quanto riguarda il versamento della cedolare secca 2014, i contribuenti hanno sempre utilizzato il modello 69, oggi sostituito dal modello RLI, disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Tale modello deve essere presentato in via telematica direttamente o tramite intermediari abilitati.

Per vere un’idea di calcolo di un canone di locazione con cedolare secca si può utilizzare il seguente link

http://www.casa24.ilsole24ore.com/mercato-immobiliare/calcolatore/cedolare-secca-affitto2.php

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il