BusinessOnline - Il portale per i decision maker


730 2014: detrazioni figli, spese mediche, assicurazioni, ristrutturazione casa, mutui. Istruzioni

Le detrazioni contenute nel modello 730 2014: quali sono, cosa prevedono e cosa cambia rispetto ad anni precedenti




Novità previste per le detrazioni per i figli a carico nel modello 730 2014: cambiano infatti le detrazioni fiscali per ogni figlio che salgono da 800 euro a 950 euro; se poi i figli hanno meno di 3 anni, le detrazioni passano da 900 euro a 1220 euro, mentre la deducibilità aggiuntiva per ogni figlio disabile a carico aumenta da 220 a 400 euro. E’ questa la novità detrazioni più importante da ricordare per la compilazione del modello 730 per la propria dichiarazione dei redditi. Ma non è la sola.

Si possono, infatti, portare in detrazione nel 730 le spese mediche, farmaceutiche  e sanitarie, che eccedono la franchigia dei 129,11 euro. La detrazione è fissata al 19%. Corposo il capitolo che riguarda, in merito, le spese per cui potranno chiedere le detrazioni, da quelle per assistenza infermieristica e riabilitativa, come per fisioterapia, a prestazioni da personale con le qualifiche di educatore professionale o addetto ad attività di animazione e/o di terapia occupazionale.

Rientrano nelle detrazioni anche le spese per prestazioni rese da coloro in possesso di qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale. Procedendo nella compilazione del 730, si noterà poi che è stata prorogata la detrazione del 50% per interventi di ristrutturazione edilizia: possono usufruire di tale detrazione anche coloro che hanno sostenuto spese per l’acquisto di elettrodomestici e arredi facenti parte dell’immobile in ristrutturazione, fino a 10mila euro.

Si possono poi portare in detrazione, fino a una spesa complessiva di 96mila euro, spese per interventi antisismici su edifici adibiti ad abitazione principale. In questo caso la detrazione è fissata al 65%. Cambiano poi le detrazioni per le assicurazioni: per i premi di assicurazione sulla vita e contro gli infortuni scende da 1.291 euro a 630 euro l’importo complessivo su cui calcolare la detrazione del 19%.

Detrazioni al 19% anche sugli interessi passivi del mutuo per l'acquisto di una prima casa; per l'affitto degli studenti, su un importo massimo di 2.633 euro; e sulle spese per i servizi delle agenzie immobiliari. La detrazione sarà applicabile su un importo massimo di mille euro.
 

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il