BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Indulto e Aministia: novità lavori questa settimana in Parlamento su riforma carceri 2014

Si discute in Commissione giustizia di indulto e amnistia: la situazione. Quali saranno le misure per evitare la sanzione all’Italia?




E’ ripreso da ieri, 15 aprile, l’esame dei ddl su indulto e amnistia e si discuterà fino a domani, giovedì 17 aprile, del piano presentato dai senatori Manconi, Compagna, Buemi, Barani, per dare risposta alla Corte europea dei diritti dell’uomo che ha condannato l’Italia per violazione dei diritti umani nelle carceri. Pena una grave sanzione.

E per evitare che questo accada, il ministro della Giustizia Orlando non ha escluso il ricorso ad amnistia e indulto, pur ritendola ‘una sconfitta’, mentre la senatrice Nadia Ginetti che, con il senatore Falanga di Forza Italia, deve stilare il testo unificato su indulto e amnistia, intervenuta in commissione Giustizia, ha spiegato che il governo mira a risolvere una volta per tutte il problema delle condizioni di vita nelle carceri, e ha annunciato piani eventuali di “reinserimento sociale con sgravi contributivi e fiscali per le imprese che assumono detenuti; di rafforzamento della magistratura di sorveglianza; di accelerazione del piano carceri, di maggior utilizzo di pene alternative al carcere”.

Oggi, sottolinea la Ginetti, “Vi sono 11.888 detenuti in eccedenza rispetto ai posti previsti. Dopo la sentenza Torreggiani, la Corte europea dei diritti dell'uomo ha concesso all'Italia tempo fino al prossimo 28 maggio per adottare le misure necessarie che garantiscano realmente una riparazione effettiva delle violazioni della Convenzione risultanti dal sovraffollamento carceri” e per questo incita il governo ad impegnarsi per arrivare al più presto ad una soluzione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il