BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2014: detrazioni, redditi, spese da inserire o meno in dichiarazione dei redditi. Istruzioni

Le spese detraibili nel modello 730 2014: quali sono e cosa prevedono. I redditi obbligatori da riportare nel modello per la dichiarazione 2014




Spese sanitarie e mediche, di istruzione, spese per mutui, affitti e assicurazioni, spese veterinarie: sono queste alcune delle spese sostenute dai contribuenti italiani che possono essere portate in detrazione compilando il modello 730 2014 per la dichiarazione dei redditi. In particolare,. Per quanto riguarda le spese mediche e sanitarie, godono di una detrazione del 19% le spese chirurgiche, di prestazioni specialistiche e medicinali con una franchigia di 129,11 euro; spese per mezzi necessari all’accompagnamento e deambulazione dei portatori di handicap; e spese per l’acquisto di autoveicoli adattati per i portatori di handicap dal valore al massimo pari a 18.075,99. Detrazioni previste anche per spese per l’acquisto del cane guida per non vedenti.

Rientrano invece nelle detrazioni per istruzione, le spese di istruzione secondaria, universitaria e di specializzazione, e le spese per la frequenza di asili nido con limite massimo di spesa di 632,00 euro a figlio; per le spese per i mutui si possono portare in detrazione interessi passivi e oneri accessori per mutui ipotecari per l’acquisto dell’abitazione principale o per abitazioni diverse dall’abitazione principale, e interessi passivi e oneri accessori per prestiti e mutui agrari. Per le spese di locazione sostenute da studenti fuori sede, si possono portare in detrazione canoni di locazione e contratti per studenti fuori sede con un limite massimo di spesa pari a 2.633,00 euro.

Si possono portare in detrazione nel modello 730, come anticipato, anche le spese per l’assicurazione sulla vita e contro gli infortuni, e quelle veterinarie per gli animali che si posseggono per pratica sportiva o compagnia, per cui vale una franchigia di 129,11 euro e limite massimo di 387,34 euro.

Per quanto riguarda i redditi da inserire nel modello 730, si tratta di riportare quelli da lavoro dipendente, quelli percepiti da pensionati, quelli percepiti da chi è in cassa integrazione o in mobilità, bisogna riportare quanto percepito dai soci di cooperative di lavoro, i redditi per attività svolte fuori dal nostro Paese, e per lo svolgimento di attività socialmente utili. Vanno riportate nel 730 anche le erogazioni in favore di collaboratori familiari, borse di studio, nonché i redditi percepiti  dai sacerdoti della Chiesa cattolica, dei lavoratori dipendenti delle ASL, e dei medici specialisti ambulatoriali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il