BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni mercati emergenti 2014: consigli investimenti analisti. Rischi, rendimenti possibili

Mercati Emergenti in crisi ormai da un po’ di tempo: conviene ancora puntarvi per investimenti. Gli esperti dicono di sì. Motivi




Dopo un momento di boom e furore economico, sembra i Paesi cosiddetti emergenti siano sprofondati anch’essi in una crisi profonda. Crollano, infatti, le economie periferiche, per anni esaltate, ma che oggi devono fare i conti con il ritorno dei capitali nei paesi centrali. Sorge, dunque, spontaneo chiedersi se conviene e vale ancora la pensa puntare sugli Emergenti. Secondo il fondo obbligazionario numero Pinco, la riduzione degli stimoli monetari della Fed americana ha provocato una fuga degli investitori retail dai mercati emergenti, spostando l’attenzione su un nuovo possibile rialzo dei tassi Usa.

In realtà, questa operazione avrebbe invece attirato gli investitori istituzionali, che guardano più su un lungo periodo, senza ‘spaventarsi’ e avere timore come i retail, tanto è rimasta stabile la quota di debito (pubblico e privato) emergente agli stranieri. Pimco puntualizza che, esistendo diversi tipi di titoli obbligazionari, dai corporate, ai sovrani, a quelli emessi in valuta locale o valuta forte, bisogna puntare su una strategia selettiva, e mostra fiducia per i titoli di questi mercati.
 
D’accordo ad investire ancora negli Emergenti anche gli analisti del fondo Usa BlackRock, che però invitano alla prudenza. Secondo gli esperti del fondo, bisogna tenere sotto controllo la volatilità della valute locali, tra cui lo yuan, ai minimi da sette mesi, dopo anni in cui si è dimostrato molto forte. Meglio, dunque, tenersi alla larga dalle valute che non assicurano stabilità. Inoltre, considerando che l’andamento di queste economia è in crisi, sarebbe meglio considerare le situazioni dei diversi paesi e capire quali ripercussioni si potranno avere sul comparto azionario.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il