BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma pensioni: nuove conferme ufficiali proposta Poletti da DEF 2014 votato ufficialmente

Si torna a parlare di possibili interventi sulle pensioni dopo approvazione del Def 2014 di ieri: proposte allo studio e cambiamenti reali




Il Def 2014 presentato dal premier Renzi e approvato ieri apre a forme di flessibilità per pensioni anticipate. Ed ecco che si apre uno spiraglio per tutti coloro che attendono risposte da tempo per eventuali modifiche all’attuale legge sulle pensioni. A spingere sull’acceleratore forse anche gli annunci di qualche giorno fa del ministro del Lavoro Poletti che, sulla scorta di quanto proposto da Giovannini con il prestito pensioni sto, ha parlato di nuove forme di flessibilità in uscita allo studio del governo.

Riflettendo, infatti, se non ci fossero state le potenziali condizioni per attuare un simile piano, attualmente il ministro non si sarebbe mai sbilanciato rilasciando dichiarazioni di questo genere. Ciò che serve ora è l’impegno a reperire i soldi perché tali misure vengano effettivamente messe in atto.

Obiettivo del ministro del Lavoro è permettere a chi ha un’età più o meno avanzata, parliamo di coloro che hanno superato i 50 anni ma ancora giovani per andare in pensione, di continuare a lavorare. Ma, consapevole delle difficoltà che incontrerebbero nel mondo del lavoro, ha avanzato la proposta di un contratto specificato che verrebbe pensato appositamente per loro e alla possibilista per una uscita anticipata con il cosiddetto scivolo per evitare che si creino ulteriori esodati.

Secondo il ministro, infatti,  “Ci sono troppe persone che hanno più di cinquant’anni e sono state espulse dal mondo del lavoro e non riescono più a rientrare. Sta diventando un’emergenza sociale, ecco perché vorrei al più presto introdurre un contratto per il reinserimento dei lavoratori over 50. Il piano d’azione va ancora studiato bene. Penso a un contratto di reinserimento per chi è ancora lontano dalla pensione e a qualche tipo di scivolo per chi invece è ormai prossimo a ritirarsi. Se avessi i soldi lo farei subito, ma prima dobbiamo trovare le risorse finanziarie per eventuali agevolazioni e tutto il resto. Ma è una cosa che questo governo vuol fare e anche presto”.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il