BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni, Titoli di Stato, azioni Aprile, Maggio, Giugno 2014: previsioni e consigli analisti

Come cambiano i portafogli degli investimenti: consigli dei gestori per investimenti sicuri. Cosa fare e cosa scegliere




Lo spread fra btp italiani e bund tedeschi è tornato a livelli bassi, decisamente lontanissimi da quei numeri stratosferici di qualche mese fa e si registra più serenità sui mercati azionari, ma quali sono i consigli per chi volesse investire i propri risparmi nei prossimi mesi? Secondo CorrierEconomia, se fino al terzo trimestre dello scorso anno, i portafogli si dividevano per oltre il 50% nel reddito fisso e in liquidità, un terzo nel risparmio gestito, mentre le azioni superavano di poco il 10%, oggi si punta più sulle azioni che sulle obbligazioni.

Guardano le possibilità dell’azionario, i gestori consigliano di guardare all’Europa e agli Usa, le cui economie mostrano i primi segnali di miglioramento, più cauti sul fronte obbligazionario, dove si privilegiano i corporate bond e gli high yield a scapito dei governativi.

Paolo Molesini, amministratore delegato di Intesa Sanpaolo Private Banking, consiglia “Sebbene, la progressiva riduzione degli acquisti di titoli obbligazionari da parte della Federal Reserve e il consolidamento della crescita economica negli Usa, con l’inflazione in salita, possano sostenere un rialzo dei rendimenti della parte intermedia e lunga della curva dei tassi del Treasury, con parziale effetto domino sui titoli europei, è meglio esporsi su titoli di durata non superiore ai 3-4 anni”.  

Secondo Andrea Ragaini, amministratore delegato di Cesare Ponti (gruppo Carige), “Per mantenere la stabilità del portafoglio, è indispensabile scegliere strumenti flessibili che diano al gestore ampi margini di manovra” e, in quest’ottica, la gestione patrimoniale si conferma strumento privilegiato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il