BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: modifiche Poletti, Madia. Conferme nuove da Padoan

Renzi annuncia che “La rivoluzione è appena iniziata”. Il ministro dell’Economia Padoan conferma “allargare il più possibile la platea, guardando ai pensionati a basso redditi”




Prima il ministro Madia annuncia che andrà avanti per la sua strada sul piano prepensionamenti, poi il ministro Poletti presenta un nuovo piano di flessibilità per l’uscita dal lavoro nonché l’idea di un contratto specifico da realizzare per chi ha superato i 50 anni ma è troppo ‘giovani’ per andare in pensione, in ultimo il premier Renzi annuncia interventi per il prossimo 2015, a partire dalla possibilità di aumento degli assegni per chi riceve una pensione inferiore ai mille euro. Ma non solo.

Nel dibattito pensioni si è inserito anche il ministro dell’Economia Padoan che ha chiarito alcuni punti, confermando, innanzitutto, in merito alle dichiarazioni ai aumento pensioni di Renzi, che “il bonus contenuto nel decreto deve essere permanente, perché se non è permanente non è credibile e non viene speso. Ovviamente cercheremo di allargare il più possibile la platea, compatibilmente con le risorse. E quindi guarderemo anche ai pensionati a basso reddito”.

E in risposta Renzi annuncia: “La rivoluzione è appena iniziata, gli 80 euro e l'Irap, per cui non ci sono problemi di coperture, sono l'antipasto. Adesso serve mantenere credibilità sui mercati. Sarà possibile se resta alta l'attenzione su tutte le riforme. Se ci riusciamo, allora presto potremo allargare il taglio delle tasse agli incapienti, alle partita Iva e ai pensionati”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il