Ottimizzare Wordpress per i motori di ricerca

Se volete ottimizzare Wordpress per i motori di ricerca non disperate. Non è un’operazione difficile; basta avere un po’ di tempo libero



Se volete ottimizzare Wordpress per i motori di ricerca non disperate. Non è un’operazione difficile; basta avere un po’ di tempo libero. In realtà si tratta di intervenire su tanti piccoli aspetti che messi assieme rendono il vostro blog più search engine friendly, per usare un’espressione tipicamente da SEO. In generale, la search engine optimization non è certo fatta di arcani segreti o arti magiche, come spesso può (o la si vuol far) apparire.

Si tratta semplicemente di capire certi meccanismi, anche piuttosto logici, di stabilire dei punti fermi sul modo di ragionare dei motori di ricerca , che in diverse occasioni sono molto meno evoluti di quanto si tenda a pensare, seppure in altre evolvono anche loro, è indubbio.

Altrettanto vero, senza che nessuno si demoralizzi o risenta, specie quelli che vogliono sempre la strada spianata in tutto, è che l’ottimizzazione non è una cosa che si impara in due giorni, così com’è vero che ci sono persone più portate di altre a quest’attività. Alcuni avranno dei successi, altri falliranno.

No big deal. Nessuno di noi è o sarà mai in grado di fare o sapere tutto (e nemmeno serve) giusto?

Comunque tornando a come ottimizzare Wordpress per renderlo più gradito ai motori di ricerca vi consiglio un paio di letture assolutamente affidabili. Una è la WikiGt di Giorgio. L’altra la trovate su Pandia.

Gli argomenti trattati sono diversi, si va dai permalink, all’ottimizzazione dei titoli, alla struttura delle url, passando per la Google Sitemaps e i meta tag. Giusto per non ingenerare in voi false illusioni: ottimizzare una struttura non vuol dire automaticamente che avrete più visite al sito o al blog. Vuol dire solo che ai motori di ricerca quella sarà più gradita. Il posizionamento è altra storia.

Buona ottimizzazione.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il