BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Buoni fruttiferi Postali Aprile 2014: tassi di interessi, rendimenti e nuove offerte conti correnti

Tassi Conti correnti e nuove emissioni Buoni Fruttiferi Postali di questo mese di aprile 2014: le offerte di Poste Italiane per i risparmi




Poste Italiane rafforzano sul mercato le loro proposte non sono di Buoni Fruttiferi Postali, con le nuove emissioni di aprile, ma anche di offerte conti correnti. Le novità riguardano i titolari di Conto BancoPosta Più e BancoPsota Click. Per i primi sono previsti tassi di interessi più alti in base alla giacenza dei conti: per esempio, per  valori fino a 5mila euro è previsto uno 0,25% annuo lordo; per valori da 5.000,01 euro e fino a 50.000 euro, l’1,75% annuo lordo; e per valori oltre 50.000 euro, uno 0,25% annuo lordo.

Per i secondi, il  tasso applicato per frazioni di saldo giornaliero è dell’1,75% annuo lordo per valori da 5.000,01 euro a 50.000 euro, e dello 0,75% annuo lordo per valori da 50.000,01 a 1.000.000 euro.

Disponibili, poi, come accennato nuovi Buoni fruttiferi postali disponibili in questo mese di aprile, che possono essere sottoscritti direttamente presso un qualsiasi ufficio postale. Tra le nuove emissioni il BFP Renditalia, serie R13, di durata triennale, con interessi liquidati alle fine di ogni anno, e tasso uguale al rendimento dei Bot semestrali emessi il mese precedente il semestre in questione più uno spread fisso dello 0,15%;  i Buoni Fruttiferi Postali Ordinari, serie C14, di 20 anni hanno interessi annui crescenti che vanno dallo 0,25% lordo del primo anno al 2,38% dell’ultimo; il BFPDiciottomesi, serie D51, ha interessi variabili pagati ogni 3 semestri e tassi pari allo 0,25% alla fine del primo semestre, allo 0,37% alla fine del secondo e allo 0,42% alla fine del terzo semestre; il BFP7insieme, serie S27, ha durata di sette anni, ha un interesse del 2% sul capitale versato dal primo al sesto anno e, alla fine del settimo anno ,permette il riscatto del capitale restante cui sommarre un tasso di rendimento annuo pari all’1,76% netto (2% lordo); il BFP3×4, serie T30, della durata di 12 anni, con un rendimento effettivo annuo lordo liquidato un tasso dell’1% (dal precedente 1,35%) alla fine del primo triennio, dell’1,40% alla fine del secondo (da 1,80% precedente), dell’1,80 % alla fine del terzo (da 2,35%) e del 2,30% alla scadenza (dal precedente 2,75%); i Buoni Fruttiferi Postali Indicizzati all’Inflazione Italiana, serie J46, hanno durata decennale e pagano un interesse annuo lordo dello 0,50%, più il recupero del tasso d’inflazione annuo calcolato dall’Istat; il Buono BFP Europa, serie P66, pensato per chi vuole beneficiare di eventuali futuri rialzi dei Mercati azionari Europei, rappresentati dall’Indice EURO STOXX 50, con la garanzia del capitale investito e con la certezza di ottenere un rendimento minimo garantito.

Questo BFP Europa ha una durata massima di quattro anni e riconosce al primo anno un tasso nominale lordo pari al 2,60% se la variazione annua dell’Indice EURO STOXX 50 è maggiore o uguale al 7,00%; se la variazione annua dell’Indice EURO STOXX 50 è maggiore o uguale al 10,00%, dal secondo al quarto anno, riconosce un tasso nominale lordo rispettivamente del 2,68%, 2,76% e 2,85%.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il